Nasce Coalizione Civica di De Magistris, per i sondaggi sarebbe oltre il 5%

Luigi De Magistris lancia Coalizione Civica in vista delle elezioni europee: ecco chi ha sposato il progetto, con i sondaggi che sono positivi.

Nasce Coalizione Civica di De Magistris, per i sondaggi sarebbe oltre il 5%

Qualcosa inizia a muoversi anche a sinistra. Dopo la fine dell’esperienza di Liberi Uguali, che sopravvive solo come gruppo parlamentare, stanno iniziando le grandi manovre in vista delle elezioni europee.

A cercare di rompere gli indugi è stato Luigi De Magistris che, a inizio dicembre, ha lanciato la sua Coalizione Civica. Vediamo allora chi potrebbe sposare il progetto del sindaco di Napoli, che stando ai sondaggi potrebbe superare la soglia di sbarramento alle europee.

De Magistris lancia Coalizione Civica

Per una nuova coalizione dei popoli”. Questo è lo slogan usato per tenere a battesimo Coalizione Civica, il nuovo movimento politico lanciato lo scorso 1 dicembre da Luigi De Magistris al teatro Italia di Roma.

L’obiettivo è quello di creare “un campo largo contro l’onda nera”, con il sindaco di Napoli che non ha nascosto la sua volontà di “essere l’anti Salvini. Come premier sarei il suo opposto: credo che si debba lavorare su coesione e solidarietà”.

Prima di eventuali elezioni politiche dove sfidare in campo aperto il leader della Lega, Coalizione Civica però deve ancora sciogliere il dubbio se prendere parte o meno alle elezioni europee di fine maggio.

Lavoriamo per darci un luogo, un metodo, un nome e un simbolo - ha aggiunto durante l’evento De Magistris - Per le prossime scadenze elettorali ci saremo se ci saranno le fondamenta della casa”.

I primi mattoni però sembrerebbero già esserci. A livello europeo Coalizione Civica può contare su ottimi rapporti con gli spagnoli di Podemos, con il leader Pablo Iglesias che ha mandato un proprio videomessaggio, ma anche con i greci che seguono l’ex ministro Yanis Varoufakis.

Chi c’è con Coalizione Civica?

Luigi De Magistris non è di certo il primo esponente politico che ha cercato di lanciare un progetto che possa riunire, sotto lo stesso tetto, tutte le varie anime d’una sinistra da tempo più che mai frammentata.

Prima del naufragio di Liberi e Uguali, ci aveva provato anche Giuliano Pisapia con il suo Campo Progressista ad aprire un dialogo che comprendesse pure il Partito Democratico. Alla fine però l’ex sindaco di Milano ha gettato la spugna.

Al momento Coalizione Civica può contare sull’appoggio di Sinistra Italiana e Rifondazione. Al teatro Italia c’erano poi anche rappresentanti di diverse associazioni e movimenti, come i No Terzo Valico e DiEM25.

Potere al Popolo invece ha deciso di declinare l’invito all’evento romano: “Bisogna partire non da appelli vaghi, leaderismi, candidature, ma dalle assemblee territoriali, da un programma chiaro e radicale”.

I sondaggi

Dal punto di vista dei partiti, il progetto di De Magistris al momento godrebbe dell’appoggio di Sinistra Italiana e di Rifondazione, con quest’ultima che di recente ha rotto con Potere al Popolo dopo il sodalizio alle ultime elezioni politiche.

L’ultimo sondaggio realizzato dall’istituto Bidimedia in data 12 febbraio, vedrebbe Coalizione Civica al 5,2% e quindi ben oltre la soglia di sbarramento del 4% delle elezioni europee.

Un precedente sondaggio realizzato sempre da Bidimedia lo scorso 17 gennaio, indicava comunque Coalizione Civica al 3,6%. Il Movimento quindi sarebbe cresciuto di molto nelle ultime settimane.

Per riuscire a superare la soglia di sbarramento, sarà fondamentale in quest’ottica per De Magistris ampliare il più possibile il fronte di Coalizione Civica. Se con Potere al Popolo il dialogo al momento sembrerebbe essere interrotto, potrebbero essere gli scissionisti di Articolo 1- MDP gli interlocutori naturali.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1697 voti

VOTA ORA