Chi è e cosa fa il giurista d’impresa? Compiti, formazione e quanto guadagna

Giurista d’impresa: cosa fa esattamente e quanto guadagna? Formazione, stipendio e possibilità di carriera.

Chi è e cosa fa il giurista d'impresa? Compiti, formazione e quanto guadagna

Chi è e cosa fa esattamente il giurista d’impresa? Stabilirlo esattamente non è facile in quanto si tratta di una professionista “ibrida” che prevede competenze qualificate sia nel settore del diritto che nelle strategie economiche e societarie.

Il giurista d’impresa in genere è inserito in aziende grandi o medio grandi e gode di notevole autonomia decisionale, soprattutto in materia di interpretazione delle disposizioni legislative interne ed internazionali da applicare. Molto spesso lavora a fianco dell’Amministratore delegato o del direttore generale e ha notevoli possibilità di fare carriera.

Giurista d’impresa: chi è e cosa fa

Il giurista d’impresa è il professionista preposto alla contrattualistica nazionale ed internazionale (dipende dal settore di attività dell’impresa in cui lavora) sia per quanto riguarda gli aspetti legali che per quelli di ordine tributario e commerciale, nonché alle politiche della società.

Solitamente il giurista d’impresa lavora a stretto contatto con la direzione generale in quanto è esperto di diritto del lavoro, di diritto bancario, commerciale e finanziario. La sua formazione economico-giuridica gli consente anche di formulare pareri giuridici sulle controversie che possono nascere tra i dipendenti e l’azienda, pur tuttavia senza essere legittimato a comparire in giudizio (compito che spetta solo all’avvocato).

Oltre alle conoscenze in campo giuridico, sia per quanto concerne la contrattualistica privata che amministrativa, deve possedere anche nozioni di micro e macro economica, contabilità e gestione aziendale.

Tanto per fornire un elenco esemplificativo, i compiti del giurista d’impresa sono:

  • dare risposte e trovare soluzioni in tema di mercato comune e politiche comunitarie;
  • applicare le conoscenze in ambito di diritto nazionale, comunitario ed internazionale;
  • fornire pareri e formulare strategie sul diritto societario e del mercato immobiliare;
  • occuparsi della tutela giurisdizionale dell’azienda;
  • collaborare alla formulazione del bilancio d’esercizio.

Come si diventa giurista d’impresa?

Il giurista d’impresa è un professionista ibrido, nel senso che le sue competenze sono trasversali e coprono sia il campo del diritto che quello economico. Dunque, per diventare giurista d’impresa non esiste un percorso univoco: è richiesta la laurea in giurisprudenza, in economia e commercio oppure in scienze politiche.

Dopo il diploma di laurea è necessario approfondire le tematiche legate al mondo dell’impresa con un Master ad hoc. In questi ultimi anni, data la richiesta sul mercato del lavoro, molte università italiane hanno istituito corsi e Master mirati alla formazione di questa figura professionale.

Per chi è laureato in Giurisprudenza e vuole diventare giurista d’impresa, si precisa che non è necessario sostenere l’esame di avvocato; anzi, il Consiglio Nazionale Forense ha più volte ribadito l’incompatibilità tra il mestiere di giurista d’impresa e l’iscrizione all’albo forense.

Per quanto riguarda la preparazione relativa all’iscrizione all’Albo dei Giuristi, la SPISA (Scuola di Perfezionamento in Scienze Amministrative) organizza corsi di perfezionamento annuali.

Quanto guadagna il giurista d’impresa?

Stabilire quanto guadagna precisamente un giurista d’impresa non è semplice in quanto devono essere prese in considerazioni diverse variabili. Innanzitutto le dimensioni e l’importanza dell’impresa nel quale è inserito, in secondo luogo il grado di responsabilità e le funzioni che gli competono.

In genere il giurista d’impresa ha una stipendio che varia dai 25.000 ai 40.000 euro annui nei primi 4 anni di attività fino a 70.000 euro annui quando matura dai 5 ai 10 anni esperienza del settore.

Le prospettive di crescita professionale per il giurista d’impresa sono davvero notevoli. Egli può raggiungere la posizione di Quadro e anche incarichi direttivi nell’area amministrativa dell’impresa. Naturalmente alla crescita professionale corrisponde anche la crescita dello stipendio e dei relativi benefits.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Lavoro dipendente

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.