Chi compra Ita Airways? Le offerte al vaglio del Mef

Violetta Silvestri

25 Maggio 2022 - 15:27

condividi

La questione della privatizzazione di Ita Airways si avvicina a una conclusione. Il Mef, infatti, ha iniziato la valutazione delle due offerte per la compagnia volo italiana: cosa prevedono?

Chi compra Ita Airways? Le offerte al vaglio del Mef

Sono ancora indiscrezioni, ma quel che è certo è che il Mef ha avviato i lavori per l’analisi delle due offerte ricevute per l’acquisto di Ita Airways.

Si tratta, nello specifico, delle proposte vincolanti di Msc-Lufthansa e del fondo statunitense Certares. I dettagli a tal proposito non sono stati ovviamente ancora resi noti.

Quel che circola, invece, sono rumors sulle condizioni di ciascuna offerta per la compagnia nazionale che ha preso il posto di Alitalia.

Chi compra Ita Airways? Alcuni indizi sulle offerte.

Come finirà la privatizzazione di Ita? Due le offerte

Le anticipazioni - e le indiscrezioni - sono del Corriere della Sera.

Il punto di partenza è la certezza che il ministero dell’Economia e delle Finanze ha preso visione delle due offerte vincolanti per la privatizzazione di Ita: la proposta di Msc-Lufthansa e quella del fondo Usa Certares.

I rumors riguardano, invece, i dettagli. Stando alle anticipazioni del Corriere, il gigante dei mari e la compagnia tedesca avrebbero la proposta più allettante.

Msc-Lufthansa, infatti, potrebbe offrire un miliardo di euro per ottenere l’80% di Ita Airways (60% al colosso marittimo, 20% al gruppo tedesco). Tutta la compagnia sarebbe valutata 1,2-1,3 miliardi in totale.

I target di medio-lungo periodo vedrebbero la presenza dello Stato per non oltre un triennio. Potrebbero essere integrate le piattaforme commerciale di Ita e Lufthansa. L’offerta di Msc e la compagnia tedesca avrebbe, tra gli obiettivi, anche lo sviluppo dei collegamenti con America Latina e Africa, il miglioramento delle rotte in Usa, Canada e investimenti sul cargo. Si manterrebbe il focus su Milano Linate, ma senza eliminare l’hub a Roma Fiumicino, oltre a garantire la intermodalità treno-aereo-nave.

Meno dettagli sono trapelati per l’offerta del fondo Certares. L’impegno finanziario messo a disposizione sarebbe di 800-850 milioni di euro. Bisogna prendere in considerazione i potenziali 120 milioni di Air France e la quaota di 100-150 milioni di Delta Air Lines.

Non ci sarebbero segnalazioni precise sulla partecipazione dello Stato, che comunque deve essere di minoranza.

Il Mef è al lavoro. L’obiettivo è chiudere la partita della privatizzazione di Ita al più presto con queste tempistiche (ipotizzate dalle indiscrezioni): scelta della cordata entro i primi sette giorni di giugno; la cordata vincente entro la prima settimana di giugno, firma del primo contratto al massimo entro il 24 giugno; accordo definitivo (closing) con la cessione della maggioranza delle quote tra settembre e dicembre 2022.

Ita Airways sarebbe così privatizzata e avrebbe il nuovo assetto prima della campagna elettorale del 2023.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.