Caso GameStop: Robinhood respinge le accuse alle audizioni del Parlamento USA

Pierandrea Ferrari

19/02/2021

19/02/2021 - 10:44

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Ieri, durante le audizioni al Congresso sul caso GameStop, il CEO di Robinhood ha respinto le accuse avanzate dalla Commissione Finanza della Camera. Alla sbarra anche i vertici di Reddit, Melvin Capital e Citadel.

Caso GameStop: Robinhood respinge le accuse alle audizioni del Parlamento USA

Nella giornata di ieri – giovedì 18 febbraio – si sono tenute al Parlamento USA le audizioni della Commissione Finanza della Camera sul caso GameStop: alla sbarra i CEO di Robinhood, Reddit, Melvin Capital e Citadel, alcuni dei protagonisti dello short squeeze che ha provocato una fiammata del titolo sul NYSE nel mese di gennaio.

A catturare l’attenzione soprattutto l’arringa difensiva di Vlad Tenev, numero uno della piattaforma di trading Robinhood, che ha respinto l’accusa di collusione con gli hedge fund, e la difesa a oltranza di Reddit, quartier generale della trader gang nei giorni caldi del grande rally che ha schiacciato i big della finanza USA: i dettagli.

Robinhood respinge le accuse sul caso GameStop

Un passo indietro: a metà gennaio il titolo GameStop ha iniziato a prendere quota sulla Borsa newyorchese, dopo mesi di sostanziale stagnazione. Un rush improvviso, questo, che ha preso di sprovvista i tanti investitori posizionati short sulle azioni targate GME, quest’ultime a quota 345 dollari al picco della parabola.

Così, a poco a poco, sono finiti sotto i riflettori i trader amatoriali di Reddit, e anche quel thread WallStreetBets del social statunitense in cui si organizzavano per scommettere al rialzo sul titoli deboli shortati dai big di Wall Street. Una manipolazione del mercato, tuonano ora le autorità, che ha portato i suoi frutti: la pressione della trader gang ha costretto gli short seller - tra cui figuravano alcuni hedge fund di primo piano - a chiudere le loro scommesse ribassiste sul titolo e battere in ritirata.

L’andamento del titolo GameStop dal 4/1/2021 al 18/2/2021

In breve, uno short squeeze che ha finito per produrre un’ulteriore fiammata del titolo, poi in caduta libera con il graduale smarcamento dei bull di Reddit. E così sono finite alla sbarra le già citate Robinhood, piattaforma di trading, Reddit, social news utilizzata dagli investitori retail per coordinarsi, e gli hedge fund Melvin Capital e Citadel, in posizione short sul titolo prima del frenetico rally di gennaio.

Con responsabilità diverse, però: il numero uno della piattaforma di trading, Vlad Tenev, si è dovuto difendere dall’accusa di aver bloccato l’acquisto – ma non la vendita – delle azioni targate GME nei giorni caldi del grande rally, una sorta di ciambella di salvataggio per gli hedge fund che però è pesata sulle spalle dei trader di Reddit. Un caso gestito male, ha ammesso Tenev, pur ribadendo che l’orizzonte di Robinhood resta la democratizzazione della finanza.

E così i CEO degli hedge fund, Melvin Capital e Citadel, si sono ritrovati a respingere l’accusa avanzata dai membri del Congresso di collusione con i vertici di Robinhood, in un accordo sottobanco teso a frenare l’emorragia delle posizioni short dei due fondi speculativi, mentre Reddit, su cui pesava la responsabilità di non aver moderato l’hate speech dei forumisti e di aver offerto una base ai manipolatori del mercato, ha chiarito con le parole del CEO Steve Huffman che la piattaforma di social news è un conglomerato di comunità digitali autogestite, e dunque, impossibile da controllare o censurare.

Alle audizioni anche gli investitori retail

Alle audizioni, poi, era presente anche Keith Gill, noto su Reddit e YouTube come DeepF o Roaring Kitty, investitore retail e star dei social che - secondo le accuse - ha innescato la febbre del buy sulle azioni GME con post e video pubblicati sulle piattaforme di condivisione.

Non sono un gatto né un investitore istituzionale” ha affermato Gill, smarcandosi di fatto dalle responsabilità che gli venivano contestate dalla Commissione. Il trader ha poi rivelato di aver voluto condividere “il successo di un investimento che avevo fatto in un momento difficile della mia vita”, respingendo però l’accusa di aver coordinato l’insurrezione dei trader di WallStreetBets e di aver qualsivoglia relazione con gli hedge fund coinvolti.

Nuove regolamentazioni in vista?

Non è chiaro, al momento, chi sarà oggetto delle future regolamentazioni che le audizioni di ieri – assente illustre la SEC, che attende ancora il voto di ratifica del Senato sul nuovo presidente indicato da Joe Biden – finiranno per suggerire: gli investitori retail e i social? Gli hedge fund? O le piattaforme di trading come Robinhood e Charles Schwab?

O forse, ancora, nessuna regolamentazione: durante le audizioni di ieri, infatti, il numero uno dei Repubblicani alla Commissione Finanza della Camera, Patrick McHenry, ha affermato che “gli investitori sono abbastanza sofisticati e il Congresso non può chiudere in una scatola le nuove possibilità offerte dalla tecnologia”. Di diverso avviso, però, la presidente della Commissione, Maxine Water, durissima con Robinhood: le audizioni dovranno portare al varo di nuove regole, l’input della democratica.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.