Cambio euro-dollaro, oggi parla Draghi: tapering BCE in focus

Flavia Provenzani

25 Ottobre 2016 - 12:42

condividi

Cambio euro-dollaro in attesa delle parole di Draghi sul tapering. La riduzione dello stimolo è inevitabile, ecco le due scelte possibili per la BCE.

Cambio euro-dollaro presto in balia delle parole del presidente della BCE, Mario Draghi, e di altri membri del Consiglio direttivo della Banca Centrale Europea.

Il mercato del Forex e i trader sul cambio euro-dollaro attendono il discorso di Draghi oggi, martedì 25 ottobre alle ore 17:30, in cerca di ulteriori prospettive per il tapering e il futuro della politica monetaria della BCE. Tra gli altri interventi troviamo i membri del consiglio esecutivo Mersch e Praet giovedì e Coeuré venerdì.

Quali influenze sul cambio euro-dollaro con le prospettive del tapering dello stimolo monetario messo in campo dalla BCE?

Cambio euro-dollaro: oggi parla Draghi

Nel pomeriggio il presidente della BCE Mario Draghi è atteso a Berlino all’Istituto tedesco per la ricerca economica in un incontro dedicato alla stabilità, equità e alla politica monetaria. Secondo il Calendario Economico l’intervento di Draghi avrà inizio oggi alle ore 17:30.

La scorsa settimana il presidente BCE Mario Draghi ha confermato che nella riunione di ottobre il consiglio non ha parlato di tapering ma è pur vero che ad un certo punto una riduzione del ritmo di acquisti di asset previsti nel QE sarà necessaria in risposta alla scarsità di titoli idonei all’acquisto o al miglioramento dell’outlook dell’economia.

Cambio euro-dollaro e tapering: le 2 scelte della BCE

Entrambi gli scenari sul fronte del tapering anticipano dei rischi rialzisti per il cambio euro-dollaro e per la moneta unica in generale, soprattutto nell’ultimo caso - in cui l’apprezzamento dell’Euro a seguito dell’annuncio di un inizio del tapering a causa di un miglioramento dell’economia sarà evitato solo se il mercato lo vedrà come un errore di politica monetaria.

Nel caso in cui il tapering arrivi in risposta al calo di asset acquistabili all’interno del Quantitative Easing, il rialzo del cambio euro-dollaro potrà essere evitato solo mettendo l’accento sulla continua necessità di stimolo monetario che la BCE cercherà di conseguire con altri mezzi.

Questa dinamica potrebbe portare una nuova ondata di volatilità sul cambio euro-dollaro per il prossimo anno. Tuttavia, le maggiori case di investimento puntano ancora su un ribasso del cambio euro-dollaro sulla base del differenziale dei tassi di interesse.

Ti interesserà anche: Cambio euro-dollaro: 10 motivi per essere short adesso

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.