Al via l’emissione del Btp Italia 2017. Dettagli e caratteristiche

icon calendar icon person
Al via l'emissione del Btp Italia 2017. Dettagli e caratteristiche

Btp Italia 2017: tutte le caratteristiche, i dettagli e le informazioni utili sulla nuova emissione di novembre al via oggi, 13 novembre 2017. Le richieste sono già oltre i 500 milioni di euro.

Aggiornamento 16 novembre: i risultati definitivi sono stati ufficializzati

Oggi al via l’asta del Btp Italia di novembre, il titolo di Stato indicizzato all’inflazione che torna alla prova del mercato.

Dal premio fedeltà, alla cedola, alla scadenza, fino alla sua convenienza, gli investitori interessati stanno già facendo le loro offerte. La prima tranche sarà destinata ai privati, la seconda invece agli istituzionali.

Di fronte ad una cedola molto più bassa rispetto alle precedenti emissioni, oggi più che mai sarà interessante notare quali saranno i volumi di scambio e in quanti considereranno conveniente investire sul nuovo Btp Italia di novembre 2017.

Le richieste

A circa due ore dall’avvio di sessione il volume di richieste è stato di 106,2 milioni di euro. A metà mattinata, invece, i risparmiatori italiani hanno incrementato la domanda di Btp Italia fino a 563,8 milioni di euro.
Al momento della scrittura, la domanda ha superato il miliardo.

Cos’è il Btp Italia?

È un titolo di Stato indicizzato all’inflazione, un investimento piuttosto sicuro che risponde molto spesso alle esigenze dei risparmiatori e degli investitori privati in generale.

Il Btp Italia, infatti, protegge dall’inflazione, ossia dall’aumento dei prezzi grazie alle cedole e al loro tasso di interesse reale, annuo e garantito in base all’andamento dell’indice dei prezzi al consumo FOI al netto dei prezzi dei tabacchi.

Oggi l’emissione del Btp Italia novembre 2017

L’emissione del nuovo Btp Italia 2017 avverrà in due tranche. La prima, come sempre, sarà destinata agli investitori privati, prenderà il via nella giornata di oggi, lunedì 13 novembre, e terminerà mercoledì 15 novembre. Ovviamente, in caso di eccesso di domanda il periodo sarà chiuso anticipatamente, ma essa sarà comunque totalmente soddisfatta poiché il totale dei titoli non sarà predefinito.

La seconda tranche di emissione del Btp Italia 2017 sarà riservata agli investitori privati e prenderà il via nella sola mattinata di giovedì 16 novembre. In questo caso, però, il Tesoro ha stabilità un tetto massimo di titoli, per cui in caso di eccesso di domanda si potrà procedere con una ripartizione della collocazione.

La scadenza

Il nuovo Btp Italia 2017 avrà una scadenza pari a 6 anni. In altre parole i titoli che verranno acquistati a novembre, a partire da oggi, avranno scadenza nel 2023.

La tassazione applicata

Il trattamento fiscale dei titoli del debito pubblico viene determinato sulla base del decreto legislativo n. 239/1996 e successive modifiche e integrazioni. La tassazione applicata sui rendimenti da cedole del Btp Italia è del 12,5%, esattamente come previsto per gli altri redditi da titoli di Stato.

Sul fronte commissioni, invece, il tesoro non ne applica al momento dell’acquisto durante l’emissione.

La cedola

La cedola del nuovo Btp Italia di novembre è stata fissata allo 0,25%. Il risultato è conforme alle attese, ma rappresenta il valore più basso mai registrato per questo tipo di strumento.

Come per ogni collocazione di questo tipo, la reale cedola del Btp Italia 2017 sarà fissata alla conclusione del collocamento, al termine della seconda tranche di cui abbiamo parlato in precedenza. Essa non potrà essere inferiore al fissato 0,25%.

Il premio fedeltà

Tra le caratteristiche principali del Btp Italia di novembre anche il premio fedeltà, assegnato a quell’investitore che acquisterà e manterrà il titolo fino alla sua scadenza. Stiamo parlando, come ribadito dal comunicato del Tesoro, di un premio del 4 per mille lordo corrisposto dallo stesso Ministero dell’Economia e delle Finanze a scadenza del Btp Italia.

Caratteristiche principali del Btp Italia di novembre 2017

  • Tasso reale annuo minimo garantito
  • Scadenza 6 anni
  • Calcolo delle cedole semestrale e sul capitale rivalutato all’inflazione
  • Capitale nominale garantito a scadenza
  • Premio Fedeltà per chi detiene il titolo fino a scadenza

Come comprare il nuovo Btp Italia

O recandosi presso la propria banca, presso le Poste Italiane o tramite il proprio servizio di home banking. La collocazione del nuovo Btp Italia 2017 avverrà sul MOT (Mercato Telematico delle Obbligazioni) di Borsa Italiana, come sempre accade.

Investire conviene davvero?

La convenienza dell’investimento dipende dal profilo di rischio dello stesso investitore. Diversi elementi devono essere considerati se si sta pensando di comprare il nuovo Btp Italia di novembre. Innanzitutto la cedola allo 0,25%, molto più bassa rispetto a quella di maggio allo 0,45%.

Al tasso cedolare andrà poi aggiunto l’incremento dei prezzi al consumo registrato dall’indice FOI, ma i risparmiatori potrebbero non essere così attratti da cifre del genere.

Accanto alla cedola c’è anche da considerare l’inflazione. Il livello sopra il quale acquistare il nuovo Btp Italia di novembre 2017 diventerebbe conveniente è di circa 0,7%. Si noti, comunque, che l’Italia a ottobre ha registrato un’inflazione all’1%.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su BTP Italia

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]