Brusca correzione del Bitcoin dopo l’adozione da parte di El Salvador

Mauro Speranza

08/09/2021

08/09/2021 - 08:42

condividi

Dalla giornata di ieri El Salvador è diventato il primo paese al mondo ad ’adottare’ il Bitcoin come valuta legale ma la cripto ha reagito con un forte calo

Brusca correzione del Bitcoin dopo l'adozione da parte di El Salvador

Non basta l’adozione del Bitcoin da parte di El Salvador a portare stabilità nei prezzi della principale delle criptovalute, da sempre caratterizzati da una forte volatilità.

Oggi il Bitcoin cede oltre il 10% e scende a 45.507 dollari, dopo che ieri era riuscita a toccare un massimo intraday di 52.700 dollari, per poi crollare nel giro di poche ore. Forte calo anche per la capitalizzazione di mercato della cripto, scesa a 872 miliardi di dollari dai circa 980 precedenti.

Grafico BTC/USD Grafico BTC/USD nelle ultime 48 ore

L’improvvisa correzione al ribasso ha trascinato anche le altre criptovalute, con flessioni a doppia cifra anche per l’Ethereum, il Cardano e il Binance Coin.

Il Bitcoin diventa valuta legale in El Salvador

La giornata di ieri era considerata storica da parte della comunità delle criptovalute per quanto deciso nello Stato Centro Americano di El Salvador, primo paese al mondo a riconoscere il Bitcoin quale valuta legale, affiancandolo al dollaro.

La decisione era stata approvata a giugno dal parlamento salvadoregno sulla scia della volontà del Presidente Nayib Bukele, forte sostenitore delle valute digitali.

Nel giorno tanto atteso, però, qualcosa sembra essere andato storto e il governo ha deciso di disconnettere il suo portafoglio Bitcoin nel corso della mattinata, ufficialmente per miglioramenti al software.

Si tratta di una delle misure decise da Bukele nel mese per ’accogliere’ il Bitcoin. Secondo quanto annunciato dallo stesso Bukele in un tweet, nel paese erano stati installati 200 sportelli automatici per accompagnare Chivo, il portafoglio digitale di proprietà del governo che i cittadini potevano scaricare dopo aver inserito il codice identificativo e ricevere 30 dollari in Bitcoin, privilegio riservato solo a coloro che utilizzano questo wallet, anche se è possibile utilizzarne altri.

L’uso dei bancomat non prevede commissioni sulle transazioni con altri utilizzatori di portafoglio, ma solo per il ritiro dei fondi.
L’arrivo del Bitcoin, però, sembrerebbe non essere stato accolto con favore da tutti nel paese. Secondo un sondaggio della Central American University (UCA), infatti, oltre il 67% sarebbe in disaccordo o fortemente contrario all’uso del Bitcoin come valuta.
Dallo stesso sondaggio, inoltre, emergerebbe come 9 persone su 10 non siano informati circa il Bitcoin, mentre 8 su 10 non hanno fiducia o ne hanno poca nel suo uso nella vita quotidiana.

Cosa si può fare con il Bitcoin in El Salvador

Secondo la nuova legge di El Salvador, il Bitcoin può essere usato per pagare beni, servizi e tasse. Sarà possibile convertire automaticamente la cripto in dollari, in modo da permettere a chi riceve un pagamento in Bitcoin possa scambiarlo in dollari nel proprio portafogli (e viceversa), operazione importante vista l’enorme volatilità della valuta digitale.
Inoltre, la plusvalenza derivante dallo scambio tra dollaro e Bitcoin non sarà soggetta a tassazione.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.