Brand reputation: la classifica delle società più rispettate del 2021

Pierandrea Ferrari

13 Aprile 2021 - 16:03

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Global Rep Trak 100, che misura la reputazione dei brand a livello globale, vede la danese Lego confermarsi al primo posto. Ferrari, prima tra le italiane, guadagna una posizione e sale sul gradino d’onore del podio.

Brand reputation: la classifica delle società più rispettate del 2021

La Global Rep Trak 100, classifica aggiornata al 2021 dei brand più rispettati a livello globale, si muove tra conferme e new entry. Lego, società danese nota per i suoi mattoncini colorati, consolida la prima posizione, mentre Ferrari, prima tra le italiane, avanza e agguanta il terzo gradino del podio. Sette, in tutto, i player del Made in Italy in classifica.

Il ranking si basa su 68.577 interviste condotte attraverso sondaggi online, tra dicembre e gennaio, nelle quindici maggiori economie.

Classifica brand più rispettati 2021: la Top 10

In cima, dunque, Lego, che con un Reputation Score (RS) a quota 80,4 tiene a distanza, seppur di poche lunghezze, gli svizzeri di Rolex, in seconda posizione con un RS a 79,6. Ferrari, fiore all’occhiello del Made in Italy, si attesa invece sul terzo gradino con un RS a 78,8 dopo aver solo sfiorato il podio al rilevamento 2020.

Global Rep Trak 100 – Top 10Reputation Score
Lego 80,4
Rolex 79,6
Ferrari 78,8
Bosch 78,1
Harley-Davidson 78,1
Canon 77,6
Adidas 77,6
Walt Disney 77,5
Microsoft 77,1
Sony 77,0

Fuori dal podio finiscono, appaiate, la multinazionale tedesca Bosch e la casa motociclistica statunitense Harley-Davidson, RS a 78,1, seguite dalla giapponese Canon e dalla bavarese Adidas, entrambe con RS a 77,6. Chiudono la Top 10 il colosso dell’entertainment Walt Disney (RS 77,5), la big tech di Bill Gates Microsoft (RS 77,1) e la conglomerata nipponica Sony (RS 77,0)

Altre 6 italiane nella Top 100

Ma se Ferrari tiene alta la bandiera dell’Italia nella Top 10 dei brand più rispettati del 2021, c’è tanto Made in Italy anche nelle posizioni che seguono. Tra i primi 100 l’emiliana Barilla, in salita all’undicesimo posto (RS 76,9), la piemontese Ferrero al diciannovesimo (RS 76,3), dal ventunesimo posto del 2020, e Pirelli, in venticinquesima posizione (RS 76,0).

In calo, ma ancora in Top 100, Lavazza, cinquantatreesima (RS 74,5), e Armani, sessantunesima (RS 74,1), mentre Prada, fino allo scorso anno fuori classifica, sale fino all’ottantaquattresima posizione (RS 73,3).

Argomenti

Iscriviti alla newsletter