Borse in rosso con il nuovo calo del greggio. Wall Street: attesa per la trimestrale di Google

Inizio di settimana negativo per le Borse. In Europa, crollo per le azioni di Nokia. Wall Street attende i dati di Google. A piazza Affari tonfo di Luxottica e Safilo.

Inizio di settimana in rosso per le Borse europee e per Wall Street. I dati sull’attività manifatturiera cinese hanno riportato la pressione ribassista sulle quotazioni del petrolio. Il PMI manifatturiero dell’Eurozona è cresciuto come previsto il mese scorso mentre quello degli Stati Uniti è salito più delle attese anche se l’attività manifatturiera rimane in contrazione. Sulla Borsa Italiana si segnala il crollo delle azioni di Safilo e Luxottica. A Wall Street invece c’è grande attesa per la presentazione dei conti trimestrali di Google, dopo le “deludenti” prestazioni di Apple ed Amazon e la performance oltre le attese di Facebook.

Petrolio torna a scendere: pesano dati cinesi e rinvio del meeting di emergenza Opec

Inizio settimana in rosso per i mercati azionari europei dopo che i dati sull’attività manifatturiera in Cina hanno fatto tornare la pressione ribassista sulle quotazioni del petrolio. Al momento, il WTI registra una flessione del -3,97% che corrisponde al prezzo di 32,28$, mentre il Brent perde il -3,14% a quota 34,87$.

Inoltre, sembra che non ci sarà nessun meeting di emergenza dell’Opec. I membri del Cartello infatti pare che vogliano attendere il peso che avrà l’Iran sull’offerta di petrolio prima di potersi riunire per decidere eventuali tagli alla produzione.

PMI manifatturiero di USA ed Eurozona stabile

Questa mattina è stato invece pubblicato il dato sull’attività manifatturiera dell’Eurozona relativo al mese di Gennaio, che è risultato pari alle attese poste a 52,3. Invece, lo stesso dato relativo agli Stati Uniti ha registrato un miglioramento rispetto alle attese risultando pari a 48,2 contro un consenso di 48,1.

L’attività manifatturiera negli USA rimane quindi in contrazione, il che potrebbe incidere sulle future decisioni della Federal Reserve in merito al rialzo dei tassi di interesse. Questa settimana usciranno anche le proiezioni sulla disoccupazione negli Stati Uniti e Venerdì verrà resa nota la stima dei non-farm payrolls.

Borse europee: crolla il titolo di Nokia. Vola Vallourec in Francia

Sulle Borse europee si segnala il crollo delle azioni di Nokia, dopo che la guidance del 2016 ha sottostimato il valore dei proventi derivanti dall’arbitrato con Samsung. Il titolo al momento sta perdendo oltre l’11%, calo che, secondo alcuni analisti, sembra eccessivo.

Volano invece le azioni di Vallourec, azienda francese 2° produttore al mondo di tubi senza saldatura per il settore Oil&Gas. La società ha annunciato un aumento di capitale ed una riorganizzazione del gruppo, incassando i giudizi positivi delle case d’affari. Il titolo azionario di Vallourec segna al momento un +7,31%.

Gli indici azionari europei invece registrano tutti un segno meno. Il Dax perde il -1,09%, il Cac 40 il -1,12%, il Ftse 100 di Londra il -0,93%. L’Euro Stoxx 50 è in perdita del -0,95%.

Borsa Italiana: tonfo di Luxottica e Safilo. B.Popolare la migliore di oggi

Il Ftse Mib indossa nuovamente la maglia nera d’Europa perdendo il -1,55%. Sul listino italiano pesa il forte ribasso di Luxottica avvenuto a causa del rimpasto della governance aziendale. Il titolo della società di occhiali è in calo del -6,08% che comunque è in recupero rispetto al -8% di questa mattina.

Male anche il titolo di Banca MPS che perde il 5%, dovuto principalmente allo scarso interesse mostrato dalle banche italiane ad un’eventuale fusione con l’istituto di credito senese e alla smentita di Poste Italiane in merito ad un possibile coinvolgimento.

In calo anche i titoli di altre banche quali Unipol (-3,3%), BPER (-3,45%) e Mediobanca (-3,53%). Scende anche il titolo di Poste Italiane che perde il -2,86%.

Il miglior titolo della seduta odierna sul Ftse Mib è quello di Banco Popolare che guadagna il +6,81%, guidato dalle voci di fusione con BPM. Cnh è il secondo titolo migliore con un rialzo del +2,18% grazie ai conti trimestrali oltre le attese. Fa seguito il titolo di BPM che sale del +1,86% sempre in scia delle voci di fusione con Banco Popolare.

Sul Mid-Cap i miglior titolo di oggi è quello di Banco Desio e Brianza che è in rialzo del +4,27%. Buona performance anche per Inwit (+3,23%) e Danieli (+2,58%). Rosso pesante invece per le azioni di Safilo che perdono quasi il 10%, a quota 8,93€, a causa dei ricavi 2015 sotto le attese degli analisti.

Wall Street: attesa per i dati di Google

Partenza di settimana in negativo anche per Wall Street, sulla quale torna a pesare il nuovo calo del greggio. Al momento, il Nasdaq perde il -0,4%, lo S&P500 il -0,53% ed il Dow Jones il -0,5%.

Grande attesa oggi a Wall Street per i dati trimestrali di Google dopo che Apple e Amazon hanno deluso le attese del mercato. Google dovrà farsi trovare pronta dopo l’ottima performance trimestrale di Facebook che rischia di erodere una fetta di mercato alla società di Mountain View.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.