Borsa Milano Oggi, 29 giugno 2020: Piazza Affari in forte rialzo, focus su banche

La Borsa di Milano oggi, 29 giugno 2020, ha chiuso in positivo nonostante le indicazioni in arrivo da fronte virus. A Piazza Affari riflettori puntati sulle banche. Spread stabile.

Borsa Milano Oggi, 29 giugno 2020: Piazza Affari in forte rialzo, focus su banche

Nonostante le indicazioni relative la diffusione del virus negli Stati Uniti, e il fatto che in alcuni Stati la riapertura delle attività abbia preceduto il picco di contagi, la Borsa di Milano oggi ha chiuso in solido territorio positivo.

A dominare la scena sono le notizie poco confortanti sulla diffusione del virus: il numero dei contagi negli Stati Uniti ogni giorno fa segnare un nuovo record e, come ha rilevato ieri il segretario alla salute, Alex Azar, lo spazio di manovra per fermare l’avanzata della pandemia è in riduzione.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, l’eurodollaro quota in rialzo dello 0,2% a 1,12417 mentre il future con consegna settembre sul Brent sale di un punto percentuale a 41,36 dollari il barile.

Nelle ultime ore a monopolizzare l’attenzione degli operatori è stata la notizia che i tre maggiori acquirenti cinesi (PetroChina, Sinochem e China Petroleum) avrebbero deciso di allearsi per creare un gruppo di acquisto comune.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib chiude positivo, banche in evidenza

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, in chiusura di seduta si è fermato a 19.447,02 punti, +1,69% sul dato precedente mentre lo spread si è confermato a 181 punti base.

Nel comparto bancario spiccano le performance di Banco BPM (+5,99%), UniCredit (+4,43%) e Mediobanca (+4,45%). Denaro anche su Intesa Sanpaolo (+2,53%) dopo la notizia della cessione della partecipazione in Autostrade Lombarde e BreBeMi ad una società del fondo australiano IFM Global Infrastructure Fund (secondo i rumor, la valutazione di BreBeMI sarebbe di circa 2 miliardi di euro).

Segno più per MPS (+3,19%) nel giorno della possibile riunione del Cda che discuterà del piano di scissione del portafoglio di Npl da oltre 8 miliardi di euro.

+1,05% per Generali che, secondo l’agenzia Reuters, starebbe pensando ad un’acquisizione nell’asset management a stelle e strisce. Intanto sabato l’assemblea di Cattolica (+7,93%) ha approvato e modifiche allo statuto e l’aumento di capitale riservato al Leone di Trieste.

Nel comparto industriale, +2,24% di Fiat Chrysler, dopo le rassicurazioni sul rispetto della tempistica della fusione con PSA - Peugeot, e +1,17% di Prysmian grazie alla notizia della nuova commessa in Germania.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: banche spingono il Ftse Mib

A metà seduta l’indice delle blue chip a Milano, il Ftse Mib, quota in rialzo dello 0,61% a 19.241,89 punti.

Sopra la parità anche il Dax (+0,32%), il Ftse100 (+0,35%) e il Cac40 (+0,14%).

Con lo spread in riduzione a 179 punti base, le performance migliori sono registrate dai bancari: UniCredit sale del 3,29%, Banco BPM avanza del 3,04% e Mediobanca registra un +2,69%.

+1,32% di Intesa Sanpaolo dopo la notizia della cessione della partecipazione in Autostrade Lombarde e BreBeMi ad una società del fondo australiano IFM Global Infrastructure Fund. Secondo i rumor, la valutazione di BreBeMI sarebbe di circa 2 miliardi di euro.

Rally di MPS
(+3,9%) nel giorno della possibile riunione del Cda che discuterà del piano di scissione del portafoglio di Npl da oltre 8 miliardi di euro.

Future Wall Street: prevista apertura piatta

Dopo le forti vendite innescate dai dati relativi l’impetuosa avanzata del virus negli Stati Uniti, oggi, 29 giugno 2020, i listini a Wall Street dovrebbero iniziare le contrattazioni in sostanziale parità.

A due ore e mezza dell’avvio degli scambi, il derivato sul Dow Jones registra un +0,35%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,17% e il future sul Nasdaq perde lo 0,22%.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: Intesa Sanpaolo e Generali sotto i riflettori

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 29 giugno 2020, quota 19.214,69 punti, +0,47% sul dato precedente.

Avvio di seduta con il segno più anche per il Dax (+0,47%), per il Ftse100 (+0,09%), per il Cac40 (+0,1%) e per l’Ibex (+0,31%).

In apertura di contrattazioni, lo spread con i titoli tedeschi fa registrare un rosso di un punto percentuale a 179 punti base.

Intesa Sanpaolo sale dello 0,4% dopo la notizia della cessione della partecipazione in Autostrade Lombarde e BreBeMi ad una società del fondo australiano IFM Global Infrastructure Fund. Secondo i rumor, la valutazione di BreBeMI sarebbe di circa 2 miliardi di euro.

Segno più anche per MPS
(+2,11%) nel giorno della possibile riunione del Cda che discuterà del piano di scissione del portafoglio di Npl da oltre 8 miliardi di euro.

+0,41% per Generali che, secondo l’agenzia Reuters, starebbe pensando ad un’acquisizione nell’asset management a stelle e strisce. Sabato l’assemblea di Cattolica (+4,47%) ha approvato e modifiche allo statuto e l’aumento di capitale riservato al Leone di Trieste.

Andamento negativo delle Borse asiatiche

Seduta negativa per i listini asiatici: ad Hong Kong l’indice Hang Seng segna un rosso dell’1,06%, il TSE China A50 registra un -0,64% ed il Nikkei ha chiuso con un -2,3%.

L’indice australiano, lo S&P/ASX 200, ha invece terminato in contrazione dell’1,51%.

Andamento Wall Street: il virus si fa sentire

Le indicazioni sulla diffusione del virus hanno fatto perdere il 2,84% al Dow Jones, il 2,42% allo S&P500 e il 2,59% al Nasdaq.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories