Borsa Italiana: i titoli caldi di venerdì 21 settembre

Piazza Affari sugli scudi con i titoli bancari. L’Ufficio studi di Money.it propone una selezione fra i titoli più interessanti all’interno del FTSE Mib dal punto di vista operativo per la giornata di trading

Borsa Italiana: i titoli caldi di venerdì 21 settembre

Anche stamattina prosegue l’avanzata di Piazza Affari. L’indice FTSE Mib ieri si è imposto come miglior listino del Vecchio Continente, con le quotazioni salite sopra la soglia tecnica e psicologica dei 21.500 punti. Positivo lo slancio del settore bancario, anche stamattina sugli scudi con BPER Banca e UBI Banca.

Mentre i mercati sembrano ignorare apparentemente la guerra commerciale in corso fra Stati Uniti e resto del mondo (ieri anche Wall Street ha festeggiato l’ennesimo record storico), in Italia oggi il focus si sposta sul dato definitivo della produzione industriale, in arrivo stamattina dall’Istat.

I tecnici del ministero dell’Economia avranno in mano tutto quanto necessario ai loro calcoli sulla traiettoria dei conti pubblici: si dovrebbe sapere se c’è spazio per il reddito di cittadinanza, per la flat tax e per l’abolizione della legge Fornero.

In questo quadro, come ogni mattina, ecco la lista dei titoli da monitorare nel corso della giornata selezionati dall’Ufficio studi di Money.it:

  • UNIPOL SAI: Il titolo si trova in una fase laterale dal 2017. Le quotazioni nella seduta di ieri hanno colpito la linea di tendenza che collega i massimi del 30 maggio con quelli del 6 luglio 2018. Inoltre i corsi trovano un’ulteriore resistenza data dalla chiusura del gap down rimasto aperto dal 21 maggio scorso. La lettura del RSI si sta avvicinando a zone di Ipercomprato. L’impostazione ribassista inoltre è a favore del trend principale.
  • STM: Il rimbalzo iniziato il 13 settembre ha buone possibilità di continuare, vista la candela di forza della seduta di ieri. Occorre monitorare i comportamenti in area 16,90 euro, dove è presente una forte concentrazione di offerta. Si potrebbero valutare impostazioni di matrice rialzista se i corsi dovessero confermare la voglia di rialzo. Il trend di lungo periodo è fortemente rialzista e i prezzi potrebbero essere pronti ad una ripresa di vigore.
  • UBI BANCA: La candela di ieri ha formato un pattern di bearish engulfing sulla resistenza dinamica ottenuta collegando i minimi del 5 a quelli del 22 marzo 2018. L’impostazione ribassista è in linea con il downtrend. I corsi si sono fermati poco sopra il 50% del ritracciamento di Fibonacci disegnato con i massimi del 15 marzo e con i minimi dell’8 giugno 2018. Il rialzo odierno può costituire un’opportunità per ingressi in linea con il downtrend primario.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.