Bonus 500€ docenti: chiarimenti del Miur, in arrivo una nota

Bonus 500€ insegnati come quello per i diciottenni: ci sarà una piattaforma online con tutte le spese rimborsabili. Il Miur, inoltre, ha consigliato di attendere maggiori chiarimenti prima di spenderlo.

Bonus 500€ insegnanti per il 2016/2017: quando arriva la carta elettronica? Quando si possono spendere?

C’è molta confusione attorno al bonus 500€ insegnanti, la cui erogazione per il 2016/2017 è stata confermata sia dal Piano Formazione dei docenti che dalla Legge di Stabilità che verrà approvata nelle prossime settimane.

Tuttavia, c’è ancora incertezza su un fattore di fondamentale importanza, ovvero quando si potrà cominciare a spendere il contributo di 500€ per la formazione degli insegnanti.

Infatti, specialmente quest’anno che sono entrate in vigore le nuove regole per la formazione continua degli insegnanti (clicca qui per leggere il testo completo), molti docenti si sono iscritti a dei corsi di aggiornamento, universitari e non. Nella maggior parte dei casi i corsi sono cominciati a settembre, quindi gli insegnanti non hanno potuto aspettare l’arrivo della carta elettronica per iscriversi. Con la speranza che le somme spese gli vengano restituite con il bonus da 500€.

Ma sarà veramente possibile? In queste ore il Miur pubblicherà una nota di chiarimento con tutte le istruzioni riguardanti il bonus. La nota dovrebbe uscire entro la fine della giornata e vi terremo aggiornati non appena ci saranno novità.

Possiamo però anticiparvi alcuni dei contenuti della nota che il Ministero dell’Istruzione pubblicherà nelle prossime ore. Infatti, come vedremo di seguito, sembra che il Miur confermerà l’arrivo della carta elettronica prepagata con i 500€ del bonus.

Quindi sembra accantonata l’idea di prorogare l’introduzione della carta al prossimo anno e questo potrebbe rappresentare un problema per tutti quegli insegnanti che si sono già iscritti ai suddetti corsi sperando in un rimborso delle spese d’iscrizione. Vediamo perché.

Bonus 500€ insegnanti: cosa aspettarsi dalla nota del Miur

Nelle prossime ore il Miur pubblicherà una nota con tutti i chiarimenti relativi all’erogazione del bonus per l’a.s. 2016/2017.

Nel dettaglio, così come accaduto con la 18app per il bonus diciottenni, anche i 500€ per la formazione potranno essere spesi solamente utilizzando una piattaforma ad hoc, e nella nota di oggi dovrebbero esserci tutti i chiarimenti del caso.

La piattaforma dovrebbe essere online entro la fine del mese e tutti i docenti (solamente quelli di ruolo) potranno iscriversi per usufruire del bonus. In questo modo il Miur riuscirà ad avere sotto costante controllo le spese degli insegnanti, mentre le segreterie non dovranno più perdere tempo per la revisione della rendicontazione delle spese.

Se questa impostazione venisse confermata, sarebbe impossibile per gli insegnanti ricevere il rimborso per le spese già sostenute. Ed è per questo che vi consigliamo di non spendere i 500€ prima dell’arrivo della piattaforma online.

E pensare che nel Piano Formazione c’è scritto che il bonus è valido per tutto l’anno scolastico, quindi in teoria si potrebbe cominciare a spendere già dal 1 settembre 2016. Vedremo come il Miur giustificherà questa ennesima mancanza.

Bonus 500€ insegnanti: quando spenderli? Il Miur dice di attendere

La scorsa settimana c’è stato un incontro tra i sindacati e i rappresentanti del Miur dove si è discusso anche del bonus 500€. In quest’occasione il Miur non ha dato i chiarimenti sperati, ma ha ribadito che bisogna attendere.

Lo scorso anno, infatti, è stato di transizione questa volta verrà attivato un sistema che sarà valido anche per i prossimi anni.

Addio quindi all’accredito sul conto corrente del bonus insegnanti, da quest’anno bisognerà utilizzare una carta elettronica dal valore nominale di 500€ spendibili attraverso una piattaforma online.

Riguardo alle tempistiche, però, non ci sono novità.

Argomenti:

Scuola Insegnanti MIUR

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO