Bimbo “congela” iPhone della mamma per 47 anni dopo aver inserito il passcode errato

Sara Tamisari

8 Marzo 2018 - 13:24

condividi
Facebook
twitter whatsapp

iPhone bloccato per 47 anni dopo che il figlio piccolo ha inserito troppe volte il codice sbagliato. La vicenda è accaduta in Cina.

È bastato che il suo bimbo di due anni inserisse troppe volte il passcode errato per vedersi bloccare l’iPhone per ben 47 anni. La storia sembra assurda, ma è quello che è successo a una madre in Cina.

La notizia è stata riportata dai media locali e ripresa dalle testate estere, tra cui Newsweek. L’iPhone era stato dato al bambino, senza supervisione, per guardare dei video educativi. Quando la madre, proprietaria del melafonino, è tornata dal figlio è rimasta scioccata nello scoprire che il suo iPhone era stato “congelato” per ben 25 milioni di minuti.

Il bimbo aveva inserito il codice di sblocco sbagliato troppe volte, e sul display è comparso l’avviso “iPhone è disattivato, riprova tra 25,114,984 minuti”.

iPhone bloccato: cosa fare se il passcode è sbagliato

La madre del bambino, la signora Lu, ha portato immediatamente il proprio iPhone in un centro Apple a Shanghai. L’addetto le ha consigliato due opzioni per risolvere la situazione: provare ad aspettare qualche anno e vedere se il dispositivo le avrebbe permesso di inserire d nuovo il passcode, oppure resettare l’iPhone, ma questo avrebbe comportato la perdita di tutti i dati che non erano stati sincronizzati su iCloud.

La signora Lu ha deciso di aspettare per non perdere i dati del suo iPhone e oggi, a due mesi di distanza, il dispositivo è ancora intenzionato a far aspettare quasi 50 anni prima di riprendere a funzionare.

Wei Chunlong, il tecnico Apple che ha assistito la signora, ha commentato a posteriori: “Nel caso della signora, l’unico modo per sbloccare il dispositivo senza dover aspettare è cancellare tutti i dati e fare un reset di fabbrica”. Wei ha affermato di aver già visto dispositivi bloccati per anni e addirittura per decenni.

Il passcode dell’iPhone dovrebbe essere una misura di sicurezza, ma sembrerebbe che molti clienti abbiamo riscontrato problemi simili alla signora Lu: magari non per decenni, ma si sono ritrovati l’iPhone bloccato per molti minuti. Questo succede quando si inserisce il passcode errato per 6 volte di seguito.

Apple è sempre disponibile e offre un servizio clienti di buona qualità, soprattutto per coloro che dimenticano il proprio passcode, ma in casi come quello della signora Lu non c’è altra via d’uscita: bisogna resettare il telefono.

Apple ha infatti confermato che: “Se non hai fatto un backup prima di aver dimenticato il tuo passcode, non c’è un modo per salvare i dati del tuo dispositivo”.

La soluzione migliore per prevenire questo tipo di problemi è sincronizzare il più spesso possibile il proprio iPhone con il cloud, così se si dovessero verificare problemi del genere si potrà evitare di aspettare 20, 30 o 47 anni per poter sbloccare il proprio dispositivo.

Leggi anche iPhone X: come si usa senza tasto home

Argomenti

# iPhone
# Apple

Iscriviti alla newsletter

Money Stories