Ballottaggi 2016, risultati: vittoria Movimento 5 Stelle, deludono PD e Centrodestra

Elezioni Comunali 2016, risultati dei ballottaggi: il Movimento 5 Stelle è il vincitore morale di questa tornata elettorale. Male il Partito Democratico e il Centrodestra.

Ballottaggi 2016, risultati: vittoria Movimento 5 Stelle, deludono PD e Centrodestra

Ballottaggi 2016: il Movimento 5 Stelle è il vincitore delle elezioni amministrative 2016.

I risultati dei ballottaggi 2016 non lasciano spazio ad interpretazione; il Movimento 5 Stelle è il vincitore morale di questa tornata elettorale, mentre il Partito Democratico e sopratutto Matteo Renzi ne è escono decisamente ridimensionati.

La catastrofe è stata evitata solamente grazie a Milano, dove Beppe Sala alla fine ha avuto la meglio sul candidato del Centrodestra, Stefano Parisi. Per il Partito Democratico però il post voto non sarà facile; la Raggi a Roma e sopratutto la Appendino a Torino sono il sintomo che qualcosa sta cambiando, che il Movimento 5 Stelle è in netta ascesa e potrebbe ottenere gli stessi risultati anche al referendum costituzionale di ottobre e soprattutto alle prossime elezioni politiche.

All’interno del Movimento 5 Stelle la fiducia è massima e lo dimostra l’entusiasmo di Grillo quando ieri notte si è affacciato alla finestra del suo hotel a braccia spalancate. Insomma, se alla fine del primo turno ci chiedevamo chi fosse il vincitore, dopo i ballottaggi 2016 non ci sono più dubbi: il Movimento 5 Stelle, al momento, è la forza politica che sta ottenendo le maggiori soddisfazioni, mentre il Partito Democratico e soprattutto il Centrodestra devono capire come risollevarsi. Ma vediamo nel dettaglio tutti i risultati delle elezioni Comunali 2016 dopo il secondo turno di ballottaggio.

Ballottaggi 2016: le vittorie del Movimento 5 Stelle

Per il Movimento 5 Stelle si tratta di una “vittoria storica”, poiché sono riusciti a conquistare ben 19 Comuni tra i 20 in cui erano arrivati al ballottaggio.

Una delle vittorie più importanti è quella della Raggi a Roma], che con il 67,15% supera Giachetti nella corsa al Campidoglio. La vittoria più sentita, però, è senza dubbio quella di Torino, dove la Appendino ha recuperato il 20% di distacco che aveva nei confronti di Fassino nel primo turno.

Gli altri Comuni a 5 Stelle da oggi saranno: Cattolica, Chioggia,Genzano di Roma, Marino, Nettuno, Castelfidardo, Pinerolo, San Mauro Torinese, Ginosa di Puglia, Noicattaro, Carbonia, Anguillara, Pisticci e Vimercate. In Sicilia ottengono la poltrona da sindaco ad Alcamo, Favara e Porto Empedocle.

L’unica sconfitta per i grillini è quella di Alpignano in provincia di Torino, dove non riescono a superare il candidato di una lista civica.

Ballottaggi 2016: per il Partito Democratico l’unica soddisfazione è Milano

A consolare Renzi e il Partito Democratico c’è la vittoria di Beppe Sala (51,70%) a Milano, dove l’ex commissario unico di Expo ha avuto la meglio sul candidato sindaco del Centrodestra Stefano Parisi (48,30%). Anche Bologna resta in mano al Partito Democratico, grazie alla vittoria del sindaco uscente Virginio Merola (54,46%) sul candidato leghista Borgonzoni (45,36%).

Un’altra piccola soddisfazione per il Partito Democratico arriva da Varese, dove riescono a vincere il ballottaggio dopo 23 anni di dominio della Lega Nord. A Caserta, invece, Carlo Marino del centrosinistra è sindaco con il 62,74% mentre Riccardo Ventre (Forza Italia) si ferma al 37,26%. Le delusioni però sono tante, perché oltre a Roma e Torino bisogna considerare il calo di appeal del Partito Democratico in Toscana dove perde ben 5 ballottaggi su 6, compreso Grosseto.

Per Renzi però non c’è motivo di preoccupazione, perché pur ammettendo la sconfitta ha dichiarato che non intende dimettersi. Infatti, per il Premier la sfida è un’altra, ovvero il referendum costituzionale di ottobre a cui ha legato il suo destino politico. “Io sono convinto di vincerlo”, ha dichiarato Renzi, tuttavia i risultati delle amministrative 2016 dovrebbero destare un po’ di preoccupazione.

Ballottaggi 2016: Mastella e Trieste le note liete del Centrodestra

Una vittoria a Milano sarebbe stata un traguardo eccezionale per il Centrodestra, tuttavia Stefano Parisi pur avendo recuperato lo svantaggio pre-elezioni ha dovuto arrendersi a Beppe Sala.

Il Centrodestra però può sorridere per il ritorno vittorioso di Clemente Mastella, eletto nuovo sindaco di Benevento con il 62,87% delle preferenze. Anche Grosseto rappresenta un buon risultato per il Centrodestra, poiché dopo anni di dominio del Partito Democratico, Antonfrancesco Vivarelli Colonna (Forza Italia-Lega Nord-FDI) ha ottenuto il 54,88% dei voti.

Buona la vittoria di Trieste, dove Roberto di Piazza (coalizione di Centrodestra) supera il candidato del PD Cosolini (52,63% a 47,37%). Al Centrodestra però le elezioni amministrative 2016 serviranno per fare chiarezza sul rapporto tra Forza Italia e Lega Nord. Infatti, dai vari risultati è emerso che un Centrodestra diviso difficilmente può vincere, quindi in vista delle elezioni politiche Berlusconi e Salvini dovranno trovare il modo di risanare le varie fratture.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.