BTP Italia 2026, lunedì l’esordio: conviene sottoscrivere?

In attesa di sapere il tasso reale minimo garantito, che sarà comunicato dal Tesoro nella giornata di oggi, l’Ufficio Studi di Money.it ha analizzato i punti di forza e di debolezza dell’emissione del nuovo BTP Italia 2026

BTP Italia 2026, lunedì l'esordio: conviene sottoscrivere?

Lunedì 14 maggio scocca l’ora del nuovo BTP Italia con scadenza 21 maggio 2026 (8 anni), il primo titolo del Tesoro con una scadenza superiore al 2024. L’emissione del BTP indicizzato all’inflazione italiana, la tredicesima dal primo lancio, è stata pensata per quegli investitori che vogliono proteggere il proprio capitale dall’aumento del costo del denaro. L’emissione del Btp Italia di lunedì potrebbe essere l’unica in programma nel corso del 2018.

Per trovare tutti i dettagli dell’emissione: “Btp Italia 2018, emissione dal 14 maggio: novità scadenza a 8 anni, cedola e tutti i dettagli

La domanda si preannuncia elevata

Venerdì il Tesoro comunicherà il tasso reale minimo garantito (cedola reale garantita), che sarà cruciale per valutare l’effettiva convenienza della nuova emissione rispetto agli altri BTP indicizzati all’inflazione già presenti sul mercato.

Il mercato al momento sembra scommettere che la cedola minima garantita del BTP Italia esordiente sarà più elevata rispetto ai tassi reali minimi garantiti delle ultime emissioni.

Il titolo in effetti sta suscitando parecchio interesse sui mercati, tanto che i flussi di vendita censiti in questi giorni sui BTP Italia con scadenze inferiori evidenziano che gli investitori sono in procinto di programmare rilevanti trasferimenti di capitali da una scadenza all’altra. Vediamo il comportamento dei BTP Italia già quotati in queste ultime sedute, ordinati cronologicamente:

  • Il BTP Italia aprile 2020 (ISIN IT0005012783) ha una cedola dell1,65%. Le quotazioni sono scese dai picchi di gennaio 2018 a 106,20 agli attuali 105, minimi da agosto 2017;
  • Il BTP Italia ottobre 2020 (ISIN IT0005058919) ha una cedola dell’1,25%. Rispetto ai picchi di febbraio a 106,44 oggi le quotazioni sono calate fin sotto 105,4;
  • Il BTP Italia aprile 2023 (ISIN IT0005105843) ha una cedola dello 0,50%. Le quotazioni sono scese in queste prime sedute del mese da un massimo a 103,5 agli odierni 102,77, registrando un picco di vendite il 3 maggio con un minimo intraday sotto 102.

Considerate le attuali condizioni di mercato – spiega un’analisi condotta dall’Ufficio Studi di Marzotto Sim - e assumendo un livello di arbitraggio (differenza tra il rendimento ad inflazione attesa del linker ed il titolo a tasso fisso con scadenza equivalente, ndr) in linea con gli altri titoli legati all’inflazione italiana, ci possiamo attendere una cedola reale tra lo 0,5%-0,55%”.

Una cedola reale al di sopra di quella ipotizzata dagli esperti di Marzotto Sim costituirebbe un’ottima opportunità d’entrata nel segmento dei BTP Italia, i quali sono particolarmente attraenti in questa fase di mercato avendo un minor rischio tasso a fronte di un rendimento atteso più alto dei titoli a tasso fisso con scadenza equivalente.

Il BTp Italia resta uno strumento di investimento molto interessante anche se confrontato con altri investimenti obbligazionari che apparentemente offrono rendimenti più attraenti. Con un rendimento di circa il 2,5% il Treasury americano a due anni, ad esempio, rappresenta una golosa alternativa d’investimento, sebbene per un investimento in dollari bisogna sempre tener sotto occhio la variabile del rischio di cambio.

Con un’inflazione che stenta ancora a decollare, inoltre, i principali concorrenti del BTP Italia potrebbero essere i titoli obbligazionari indicizzati all’inflazione europea, che viaggia stabilmente da ormai un anno sopra l’1 per cento.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti" per ricevere le news su BTP Italia

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Titoli di Stato Germania: Bund e non solo. Tutti i nomi delle diverse scadenze

Titoli di Stato Germania: Bund e non solo. Tutti i nomi delle diverse scadenze

Commenta

Condividi

Ufficio Studi Money.it -

Analisi Spread BTP-Bund: doppio massimo in formazione o prosecuzione al rialzo?

Analisi Spread BTP-Bund: doppio massimo in formazione o prosecuzione al rialzo?

Commenta

Condividi