Azioni Stellantis in focus dopo la nuova linea di credito

Violetta Silvestri

26 Luglio 2021 - 10:37

condividi

Azioni Stellantis: avvio debole per il titolo oggi. La novità è la linea di credito annunciata venerdì a mercati chiusi. Di cosa si tratta e quali target per il quarto colosso mondiale auto?

Azioni Stellantis in focus dopo la nuova linea di credito

Azioni Stellantis osservate speciali oggi a Piazza Affari: la novità è la linea di credito annunciata ufficialmente dal gruppo venerdì 23 luglio, con la Borsa chiusa.

Oggi, lunedì 26 luglio, come si muove il titolo a Milano dopo la firma ufficiale per la linea creditizia?

Alle ore 10.17 le azioni Stellantis risultano poco mosse, ma sotto la parità: -0,15% la perdita a Piazza Affari.

Azioni Stellantis deboli: cosa prevede la linea di credito?

Il quarto gruppo mondiale dell’automotive ha pubblicato in una nota ufficiale che ha firmato:

“una nuova linea di credito revolving sindacata (“RCF”) di 12 miliardi di euro con un gruppo di 29 banche.”

Con questa mossa, ha spiegato Stellantis, sono sostituti gli attuali finanziamenti sindacati da Groupe PSA e dal valore di 3 miliardi di euro e dal Gruppo FCA, pari a 6,25 miliardi di euro.

L’intento è di procurare: “un aumento della liquidità complessiva del Gruppo e un’estensione della durata della linea di credito

Nel dettaglio, il nuovo RCF sarà a disposizione per le generali esigenze aziendali e avrà due tranche. La prima di 6 miliardi di euro con durata 3 anni e l’altra sempre di 6 miliardi di euro valida per 5 anni. Entrambe beneficeranno due ulteriori opzioni di estensione di un anno.

Le azioni Stellantis si muovono ancora in territorio negativo alle ore 10.26: il titolo scambia a 15,656 con un calo dello 0,61%.

Per il gruppo l’operazione comunque è una conferma del sostegno importante dato all’azienda dalle sue banche internazionali.

Da evidenziare che Stellantis, come tutte le grandi aziende automobilistiche, sta affrontando la crisi profonda dei chip.

La carenza mondiale di semiconduttori probabilmente impatterà sul settore ancora nel 2022, secondo un commento del Ceo Tavares una settimana fa.

La possibilità di utilizzare chip diversi, paventata anche dal gruppo, richiederà comunque più di un anno. La questione è monitorata attentamente dal comparto auto e dalla stessa Stellantis.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.