Axios non funziona: hackerato il registro elettronico, cosa è successo

Matteo Novelli

09/04/2020

11/06/2021 - 15:31

condividi

Axios è stato hackerato: la piattaforma di registro elettronico rivolta alla didattica a distanza non funziona oggi 9 aprile a causa di un attacco di tipo DDoS. Cosa significa e cosa è successo?

Axios non funziona: hackerato il registro elettronico, cosa è successo

Axios non funziona: problema di sicurezza per il registro elettronico che ha subito un attacco hacker, costringendo gli sviluppatori della nota piattaforma a sospendere temporaneamente il servizio oggi 9 aprile. Ma cosa è successo esattamente?

La didattica a distanza è diventata all’epoca del coronavirus una prassi obbligatoria ma nelle ultime ore la piattaforma di teledidattica di Axios Italia è stata messa sotto scacco da un attacco hacker, di tipo DDoS, risultando bloccata per studenti e insegnanti che si sono ritrovati impossibilitati ad accedere.

Axios, per chi non lo avesse mai sentito nominare prima, è un programma completamente rivolto alla didattica telematica: attraverso questo software i docenti possono controllare le email, ricevere messaggi, assegnare e correre compiti e molto altro. Una piattaforma unica e che permette di sfruttare un vero e proprio registro elettronico che, oggi, ha visto limitate le proprie funzioni.

Axios non funziona: bloccato il registro elettronico per un attacco hacker

Il problema è immediatamente emerso nelle prime ore della giornata, con tanto di avviso chiaro da parte dei gestori della piattaforma in homepage:

“Gentile Cliente purtroppo da questa notte la nostra struttura è continuamente vessata da attacchi informatici (tipo DDoS) da parte di hacker. Abbiamo bloccato questo attacco grazie al tempestivo intervento dei nostri tecnici e quelli di Aruba Enterprise, purtroppo il servizio nella giornata di oggi potrà subire delle alterazioni e non funzionare regolarmente.I nostri sistemi sono sicuri, ma l’enorme numero di accessi fraudolenti blocca il regolare accesso ai servizi. Tutte le nostre forze al momento sono in campo per ripristinare al più presto il servizio. Stiamo inoltre preparando regolare denuncia da inoltrare alla polizia postale.”

Un messaggio che chiarisce fin da subito l’origine dei problemi: attualmente l’Axios sta lavorando per riavviare e rendere di nuovo disponibile il sistema ma per diversi utenti sembra accora impossibile accedere al servizio.

Axios hackerato: cos’è un attacco DDoS

Come comunicato, Axios ha subito quello che in termini informatici viene definito un attacco di tipo DDoS (Distributed Denial of Service).

Ma cos’è e qual è il significato di questo termine? Si tratta in sintesi di un attacco che colpisce un sito con diverse migliaia di richieste di accesso: tutte le richieste vengono effettuate da parte di device già precedentemente infettati da un virus, in modo da essere usati come una sorta di esercito dormiente nell’attacco.

Questi bot vengono sfruttati in massa con un solo obiettivo: mandare in crash il sistema bombardando di richieste al quale un determinato portale potrebbe non essere preparato a rispondere. Axios risulta quindi bloccato ma, per il momento, i dati di insegnanti e studenti sono al sicuro.

L’obiettivo di questo attacco al momento è quello di impedire il corretto funzionamento della piattaforma.

Argomenti

# Scuola
# Hacker

Iscriviti a Money.it