Auto elettriche ancora bene di lusso: quando saranno per tutti?

Le auto elettriche sono soprattutto di fascia premium a causa dell’elevato costo per batterie e tecnologie.

Auto elettriche ancora bene di lusso: quando saranno per tutti?

Le auto elettriche sono già tra noi in misura diversa a seconda della collocazione geografica: in Europa ci sono eccellenze come Norvegia e Olanda, mentre in Italia ancora mancano strutture attrezzate e un pubblico vasto.

L’industria automobilistica si sta affrettando a convertire la produzione in veicoli a zero emissioni che possano soddisfare i parametri anti inquinamento richiesti dalle istituzioni, ma finora la novità riguarda soltanto la fascia premium.

Le automobili di fascia alta sono le uniche che possono montare le costose tecnologie elettriche e continuare ad avere appetibilità per i clienti. Il nodo è nel prezzo, ancora troppo alto a causa delle batterie che costano circa 200 dollari a kW e partono da una potenza media di 40 kW come sulla Nissan Leaf.

La vera svolta nell’elettrico si avrà nei prossimi anni, con l’offensiva di marchi più popolari come Volkswagen e il quasi contemporaneo dimezzamento dei costi per le batterie.

Auto elettriche, bene di lusso

Le auto elettriche hanno iniziato la loro corsa da molto lontano e su auto premium: dal momento che i costi sono ancora molto elevati, sarebbe controproducente mettere sul mercato a cifre praticamente raddoppiate delle auto di fascia bassa perché i clienti non sarebbero disposti a fare un così grande sforzo.

Diversamente, il pubblico delle case premium può permettersi di spendere 20.000 euro in più per avere un’auto già calata nel futuro. Inoltre questa platea di clienti può contare su sistemi di ricarica autonomi presso le proprie abitazioni o posti di lavoro, una possibilità ancora non per tutti.

In Italia manca una rete capillare di punti di ricarica e soprattutto mancano incentivi statali all’acquisto dei veicoli elettrici che alleggerirebbero la spesa di circa 5.000 euro stando al paragone con altri Paesi.

Nel report Global Automotive Outlook 2018 della società AlixPartners, si vede come i costruttori di tutto il mondo hanno pianificato per i prossimi anni investimenti fino al 72% dei 255 miliardi di dollari necessari per completare la transizione verso la mobilità elettrica.

Quando le auto elettriche saranno per tutti?

Oggi hanno intrapreso la via elettrica i brand premium come Jaguar, Aston Martin, Mercedes, Audi, BMW e Porsche. Presto arriveranno da PSA intere gamme DS a zero emissioni, mentre sono pochi i modelli di fascia più bassa come Hyundai Kona Electric, Nissan Leaf, Citroen C-Zero e Renault Zoe.

Anche Tesla, brand esclusivamente elettrico ha in programma modelli più democratici a partire dalla versione base della Model 3 fino a un possibile segmento B in uscita nei prossimi anni.

C’è molta attesa per la gamma elettrica di Volkswagen che debutterà con il primo modello I.D. alla fine del 2019. Il colosso tedesco avrà la possibilità di ritornare ad essere l’auto del popolo, conciliando modelli di fascia media e un prezzo dimezzato delle batterie, che secondo gli analisti scenderanno a 100 dollari a kW nel 2026. I due fattori saranno determinanti per la diffusione delle elettriche, che a quel punto costeranno come auto Diesel.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Auto Elettriche

Argomenti:

Auto Elettriche

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.