Assegno di vedovanza invalidi: quando spetta e con che redditi?

Lorenzo Rubini

2 Marzo 2021 - 07:30

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quando spetta l’assegno al nucleo familiare agli invalidi che percepiscono trattamento di reversibilità?

Assegno di vedovanza invalidi: quando spetta e con che redditi?

L’assegno di vedovanza altro non è che un assegno integrativo alla pensione di reversibilità che può essere richiesto solo in presenza di specifici requisiti.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno mia madre 89 anni percepisce una pensione di
reversibilità INPS ed è invalida al 100% e nessun accompagnamento in più ha un sussidio di circa 200€ dalla fondazione Enasarco poiché mio padre aveva svolto per 5 anni attività di agente di commercio come reddito è abbondantemente sotto i 28000€,ha diritto ad assegno di vedovanza?
Grazie per il v.s. tempo”.

Assegno di vedovanza, diritto e requisiti

Il diritto a richiedere l’assegno di vedovanza è riservato ai vedovi e alle vedove che sono stati riconosciuti invalidi in applicazione di quanto previsto dalla normativa per gli assegni al nucleo familiare.

In base a tale normativa, infatti, si precisa che un nucleo familiare può essere composto anche soltanto da una persona quando quest’ultima sia titolare di pensione ai superstiti che derivi da lavoro dipendente e sia stata riconosciuta totalmente e permanentemente inabile a qualsiasi proficuo lavoro (o essere titolare di indennità di accompagnamento).

L’assegno di vedovanza viene riconosciuto per redditi fino a 31296,62 euro annui e spetta in misura piena, ovvero di importo pari a 52,91 euro, fino a redditi compresi nei 27899 euro mensili. Spetta, invece, in forma ridotta, per un importo pari a 19,59 euro mensili, per redditi compresi tra i 27899 e i 31296 euro.

A mio avviso, quindi, sua madre ha diritto all’assegno di vedovanza ma per vederselo riconoscere deve presentare apposita domanda all’INPS. Se sua mamma, inoltre è vedova e invalida al 100% da più di 5 anni avrà diritto anche a richiedere gli arretrati dei 5 anni precedenti la presentazione della domanda.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories