Analisi azioni: tonfo Recordati, quali livelli monitorare ora?

Recordati stamattina ha inaugurato il secondo semestre con un ampio gap down funzionale a riportare il prezzo in linea con l’offerta di CVC

I dati intraday e in tempo reale del Grafico RECI sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Apertura di settimana pesante per Recordati, con il titolo che stamattina ha inaugurato il secondo semestre con un ampio gap down funzionale a riportare il prezzo in linea con l’offerta di acquisto avanzata dalla cordata di fondi capitanata da CVC Capital Partners nel corso del weekend.

Il valore della società farmaceutica oggi si aggira sui 6,9 miliardi. L’offerta dei fondi incorpora uno sconto di quasi il 18% rispetto alle attuali valutazioni: in base ai 28 euro per azione dell’offerta CVC valuta Recordati 5,8 miliardi.

Recordati: l’analisi tecnica


Grafico giornaliero Recordati; fonte: Bloomberg

Recordati al momento della scrittura sta mettendo a segno un recupero rispetto ai minimi di questa mattina a 27,90 euro. Dal punto di vista tecnico le quotazioni hanno incontrato un doppio livello supportivo, statico e dinamico.

Quello statico a 28 euro, ereditato dai minimi di marzo 2018, e quello dinamico espresso dalla linea di tendenza che collega i minimi del 22 novembre 2016 a 24,55 euro con quelli del 2 dicembre 2016 a 24,59 euro.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

I prezzi sembrerebbero quindi pronti per un rimbalzo che potrebbe far ricoprire almeno in parte il pesante gap down che li ha affossati: potrebbero quindi essere diretti al primo livello grafrico significativo a quota 30 euro per poi proseguire verso la chiusura del gap up lasciato aperto il 17 maggio a 31,30 euro.

Il movimento di stamane va dunque contestualizzato all’immediata reazione negativa avuta dal titolo date le aspettative di un deal con CVC con premio di maggioranza. Con il passaggio della proprietà dalla famiglia Recordati al fondo di private equity infatti potrebbe vedersi un’accelerazione della crescita tramite acquisizioni ma si dissolverebbe l’appeal speculativo con la possibilità di un delisting (ad oggi ancora poco concreto) da Piazza Affari. Operativamente dunque si entra in una fase di transizione almeno fino al closing dell’operazione di acquisto.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Recordati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.