Alitalia-Ita: c’è un’intesa con l’UE, cosa prevede?

Violetta Silvestri

27 Maggio 2021 - 10:46

condividi

La nuova Alitalia, Ita, compie passi più concreti verso il decollo: c’è stata una prima intesa tra il Governo Draghi e l’UE. Cosa prevede?

Alitalia-Ita: c'è un'intesa con l'UE, cosa prevede?

Alitalia-Ita: debole fumata bianca per il decollo della newco dopo l’incontro tra i ministri dello Sviluppo Economico e dell’Economia con la commissaria UE.

Il colloquio tra Giorgetti e Margrethe Vestager, avvenuto il 26 maggio di persona a Bruxelles con la partecipazione in video di Franco, ha dato i primi frutti concreti.

C’è, infatti, la base di un’intesa per chiudere finalmente il dossier. Cosa prevede l’accordo su Alitalia-Ita?

Cosa stabilisce l’accordo su Alitalia-Ita

Il comunicato della Commissione UE ha schiarito l’orizzonte sul futuro della newco Ita:

“A seguito di discussioni intense e costruttive a tutti i livelli, la Commissione Ue e le autorità italiane hanno raggiunto un’intesa comune sui parametri chiave per garantire la discontinuità economica tra Ita e Alitalia. I contatti continueranno ora a pieno ritmo a livello tecnico”

Leggendo tra le righe della nota, è evidente che ancora ci sono molti passi da compiere e diversi aspetti da concordare. Tuttavia, le intenzioni sembrano ormai viaggiare all’unisono sul voler accelerare la questione e consentire a Ita di non perdere la stagione estiva.

Il ministro Giorgetti ha commentato: “abbiamo fatto dei passi in avanti, non è finita, ci sono tanti passaggi tecnici e non solo. Però sicuramente oggi è una tappa importante verso la soluzione del problema”

Gli aspetti discussi a Bruxelles su Alitalia non sono stati ufficializzati. Da indiscrezioni di stampa e dal commento dei ministri è emerso i parametri accordati prevedono:

  • Ita può partecipare alla gara per il marchio Alitalia;
  • Ita può comprare l’asset aviation da Alitalia con trattativa diretta;
  • gli asset handling, manutenzione e MilleMiglia saranno assegnati con bandi aperti a tutti;
  • Ita non può partecipare al bando MilleMiglia;
  • Ita può partire con flotta di circa 50-52 aerei e personale di molto ridotto
  • slot Linate, Fiumicino e altri aeroporti europei saranno ridotti

Questi temi rientrano nella necessaria discontinuità sulla quale da sempre insiste Bruxelles. Nel mirino ci sono soprattutto le questioni esuberi e slot.

Quanti soldi per Ita dal Governo Draghi?

Nel decreto Sostegni-bis è stata data conferma della possibilità di elargire fino a 3 miliardi di euro per rafforzare il capitale delle newco Ita.

Il Corriere della Sera, inoltre, ha riportato che il Governo avrebbe avanzato la proposta alla Commissione di offrire tre tranche di risorse a Ita: 700 milioni di euro nel 2021, 400 milioni nel 2022 e 250 milioni nel 2023.

Per saperne di più sul dossier Alitalia, occorrerà attendere giugno, quando i ministri italiani avranno nuovi incontri a Bruxelles, con le tappe del lancio di Ita.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.