Carlo Tavares da quando è alla guida del gruppo PSA ha rivitalizzato numerosi marchi. Adesso il futuro amministratore delegato di Stellantis potrebbe fare lo stesso anche con alcuni marchi di Fiat Chrysler Automobiles. Ci riferiamo in particolare ad Alfa Romeo che sicuramente in questo momento non gode di buona salute.

Alfa Romeo un nuovo modello all’anno per il rilancio

La casa automobilistica del Biscione infatti con l’uscita di scena di Alfa Romeo Giulietta conta solo due vetture nella sua gamma: la berlina Giulia e il SUV Stelvio.

Le cose però dovrebbero cambiare nei prossimi anni quando finalmente la gamma dello storico marchio milanese sarà arricchita grazie in particolare alle tecnologie messe a disposizione da PSA.

Stellantis vuole velocizzare i tempi di arrivo dei nuovi modelli

Quindi assisteremo al lancio di almeno 1 nuovo modello all’anno a cominciare dal SUV Alfa Romeo Tonale nel 2021. Il veicolo debutterà a settembre, sarà messo in produzione ad ottobre, sarà ordinabile a novembre e le prime consegne avverranno a febbraio del 2022.

Nel 2022 sarà la volta di Alfa Romeo Brennero, il B-SUV che sarà costruito in Polonia a Tychy a partire dalla metà del 2022. Il suo debutto dovrebbe avvenire in estate e lo sbarco in concessionaria entro la fine di quell’anno.

Il 2023 potrebbe vedere il ritorno di una nuova Giulietta

Nel 2023 dovrebbe invece toccare alla nuova Alfa Romeo Giulietta. La vettura potrebbe infatti tornare in una nuova veste anche se la conferma ufficiale la avremo il prossimo anno.

Nel 2024 e nel 2025 potrebbe essere la volta di due auto di grandi dimensioni un maxi SUV e una berlina ammiraglia che forse si chiamerà Alfetta che potrebbero avere mercato in USA e Cina. Il prossimo anno dovremmo finalmente conoscere il nuovo piano industriale di Alfa Romeo e l’ordine di arrivo dei nuovi modelli.