Agenda macro 26 novembre 2018: Germania, dato IFO arriva in un momento delicato

Oggi tra i dati economici presenti sul calendario macro il più significativo riguarda la Germania. L’attenzione degli investitori sarà particolarmente focalizzata sul rilascio dei dati IFO, i quali daranno uno spaccato sulla fiducia delle imprese nell’economia tedesca

Agenda macro 26 novembre 2018: Germania, dato IFO arriva in un momento delicato

La settimana si apre subito con un test importante per la Germania e quindi per l’Eurozona. In mattinata infatti verranno diffuse le tre misurazioni IFO sulla fiducia delle aziende tedesche, come si può osservare sul nostro calendario economico.

Il riscatto è d’obbligo dopo i dati deludenti sulla manifattura messi in luce venerdì. Gli analisti censiti da Bloomberg però sono scettici: il dato sul clima commerciale è atteso a 102,3 punti contro i 102,8 di ottobre, mentre anche il dato sulle aspettative e il dato sulle stime correnti sono visti in contrazione, rispettivamente a 99,2 e 105,4 punti dai 99,8 e dai 105,9 punti delle rilevazioni del mese scorso.

Per il dato sulle aspettative gli analisti censiti da Bloomberg si attendono quindi una prosecuzione del calo registrato già nelle misurazioni di settembre e ottobre dopo la brillante lettura di agosto, che aveva registrato la progressione positiva migliore dell’anno.

Il dato arriva in un momento delicato per le sorti future del blocco che adotta l’euro. Venerdì è emerso un calo diffuso delle attività manifatturiere che secondo l’istituto IHS Markit potrebbe rivelare un rallentamento non più temporaneo ma strutturale.

Indici regionali negli Stati Uniti

Oltre ai dati riguardanti la Germania nel pomeriggio verranno rilasciate per gli Stati Uniti le letture relative al Chicago Fed National Activity Index e sull’attività manifatturiera della Fed di Dallas, la prima relativa al mese di ottobre, la seconda relativa al mese di novembre.

L’indice elaborato dalla Fed di Dallas è atteso in contrazione a 25 punti contro i 29,4 punti del dato di ottobre. Se la stima degli analisti censiti da Bloomberg dovesse rivelarsi corretta il dato registrerebbe il valore minimo da maggio proseguendo il trend di calo in atto dalla rilevazione di giugno.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Punto macro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.