Affitto 2015: dal 1°gennaio F24 Elide per imposta di registro, imposta di bollo e tributi speciali. Tutte le info

Dal 1°gennaio scatta l’obbligo di utilizzare il modello F24 Elide per imposta di registro, di bollo e tributi speciali connessi alla registrazione dei contratti di affitto o di locazione. Pubblicati i nuovi codici tributo. Tutte le informazioni per non sbagliare

Con il provvedimento n. 554 dello scorso 3 gennaio 2014, L’Agenzia delle Entrate ha comunicato che a partire dal 1°gennaio 2015 scatta l’obbligo di utilizzare il modello F24 Elide per versare l’imposta di registro, i tributi speciali e compensi, l’imposta di bollo, le relative sanzioni ed interessi, connesse alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili.

Nel corso del 2014 era stato previsto un periodo transitorio nel corso del quale i contribuenti potevano decidere se utilizzare il vecchio modello F23 o adoperare ll modello versamenti con elementi identificativi.

Il suddetto periodo è però scaduto il 31 dicembre 2014 e a partire dal 1°gennaio 2015 è scattato l’obbligo di utilizzare solo l’F24 Elide.

Affitto 2015 e modello F24 Elide
Il modello per i versamenti con elementi identificativi, meglio noto come F24 Elide a partire dal 1°gennaio 2015 deve essere utilizzato per pagare le imposte di registro e di bollo, per la registrazione dei contratti di affitto e di locazione.

Non solo, l’F24 Elide diviene unico per tutti i soggetti, titolari o no di partita IVA. La differenza risiede solamente nelle modalità di versamento. I contribuenti senza partita IVA possono pagare per via telematica o utilizzando il modello cartaceo e presentandolo presso gli sportelli bancari o postali di riferimento. I titolari di partita IVA invece potranno utilizzare esclusivamente la modalità telematica.

Il modello F24 Elide dovrà essere usato anche nei casi di regolarizzazione tardiva o omessa registrazione del contratto di locazione.

Affitto 2015: modello 24 Elide, codici tributo
Non ci sono sostanziali cambiamenti tra la vecchia modalità di versamento e la nuova. La modifica più importante riguarda senza dubbio i nuovi codici tributo da utilizzare per versare con il modello F24 Elide.

I codici tributo sono i seguenti:

- codice 1500 imposta di registro per prima registrazione;

- codice 1501 per registrazione delle annualità successive;

- codice 1502 per la registrazione della cessione del contratto;

- codice 1503 per la registrazione della risoluzione del contratto;

- codice 1504 per la registrazione delle proroghe del contratto;

- codice 1505 per il versamento dell’imposta di bollo;

- codice 1506 per il versamento di tributi speciali e compensi;

- codice 1507, 1508, 1509 1510 per effettuare i versamenti delle sanzioni e interessi maturati in seguito di ravvedimento operoso,

Infine, per pagare con il modello F24 Elide dovranno essere utilizzati i seguenti codici:

- codice identificativo “63” denominato “Controparte” per permettere la corretta identificazione nel modello “F24 Elide del soggetto “controparte” del contratto;

- codici tributo compresi tra “A135” e “A138” per versare le somme dovute a seguito degli avvisi di liquidazione dell’imposta e irrogazione delle sanzioni, emessi dagli Uffici.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.