Seat presenterà a breve l’Oryzite. È un materiale rinnovabile e sostenibile con il quale la casa automobilistica spagnola che fa parte del gruppo Volkswagen intende ridurre le parti di automobili realizzate con plastica al fine di ridurre l’impronta di carbonio.

La chiave di questo materiale sta nel riso o meglio nella sua lolla, in quanto è alla base di questa nuova materia prima già in fase di sperimentazione nelle fodere di Seat Leon.

Seat punta sulla lolla di riso per ridurre la plastica nelle sue auto

Joan Colet, ingegnere di sviluppo delle finiture degli interni in Seat ha dichiarato che utilizzare questo nuovo materiale permette alla sua azienda di ridurre la quantità di plastica presente nelle loro auto.

Il grande vantaggio dell’Oryzite è la sua natura ecologica e la sua maggiore leggerezza quando si tratta di realizzare alcune parti dell’auto, come il portellone, il doppio pianale di carico del bagagliaio o la parte interna del tetto. Tuttavia, va notato che per formare questo materiale, la lolla di riso viene miscelata con poliuretani e polipropileni.

La casa spagnola sta effettuando diversi test di resistenza sul nuovo materiale

Seat sta effettuando diversi test meccanici e termici sui diversi componenti prodotti in Oryzite al fine di verificare che soddisfino i requisiti tecnici e di qualità appropriati per essere messi in commercio nelle sue auto.

Così, il doppio pianale di carico del bagagliaio passa attraverso prove di carico in cui deve sostenere fino a 100 chili di peso concentrati nello stesso punto per verificarne la rigidità e la resistenza.

Vedremo dunque se questo nuovo materiale sicuramente più sostenibile da un punto di vista ambientale troverà spazio nelle auto di Seat e più in generale nel settore automobilistico.