10 cose illegali che non si possono comprare su Internet

Redazione Lavoro

09/09/2021

Ci sono cose che, anche se disponibili su Internet , non si possono comprare perché illegali. Quali sono e cosa si rischia.

10 cose illegali che non si possono comprare su Internet

Internet è pieno di insidie e tra queste i prodotti illegali in vendita che possono causare conseguenze penali gravi a chi li acquista, anche solo per goliardia.

Armi, banconote o falsi distintivi sono tra gli oggetti vietati più in “voga” sul Deep web, insieme ai farmaci che richiedono la prescrizione medica. Ad esempio è illegale comprare su Internet:

Ecco 10 cose che non si possono comprare sul web perché illegali.

1) Medicinali senza ricetta (anche Prozac e Viagra)

Da qualche anno la compravendita di medicinali da banco online ha avuto grande successo, ma è vietato dalla legge - e quindi illegale - comprare antibiotici e altre medicine che richiedono la ricetta del medico, come appunto il Viagra.

Chi li mette in commercio rischia la reclusione da 6 mesi a 2 anni e la multa da 103 a 1.032 euro, ai sensi dell’articolo 445 del Codice penale oppure l’accusa di “Esercizio abusivo della professione” (articolo 348) con reclusione fino a 3 anni e multa fino a 50.000 euro.

Per chi li acquista, invece, oltre alle eventuali conseguenze penali, ci possono essere gravi danni alla salute fisica e mentale.

2) Armi

In Italia l’acquisto delle armi da sparo è severamente regolamentato da leggi e regolamenti che ne limitano detenzione e utilizzo a chi è in possesso della specifica licenza, rilasciata dal questore o dal prefetto.

Mentre, a prescindere dal tipo di porto, è sempre vietata la compravendita online delle armi da guerra, cioè tutte quelle che hanno una potenzialità offensiva superiore alla difesa personale.

3) Passaporto e altri documenti falsi (anche il green pass)

Naturalmente non si possono comprare su Internet documenti falsi, come passaporto, carta d’identità e tessera sanitaria. Si rischia di incorrere nel reato di “Possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi” (articolo 497 del Codice penale) la cui pena è la reclusione da 2 a 5 anni.

Assume rilevanza penale anche la condotta di chi compra sul web il green pass falso, per eludere l’obbligo del tampone o del vaccino. In tal caso, a seconda delle ipotesi, può venire in essere l’accusa di Falso, Truffa o Delitti contro la salute pubblica.

4) Distintivi falsi delle Forze dell’ordine

Comprare un distintivo falso della Polizia o dei Carabinieri non è un reato di per sé, ma lo diventa se viene utilizzato per incutere timore, facendo credere di far parte delle Forze dell’ordine.

Il reato, però, scatta se il distintivo in questione è un falso verosimile e quindi sia in grado di ingannare una persona con una diligenza media. Se, invece, la contraffazione è grossolana - ad esempio per una maschera carnevalesca - il reato non sussiste.

5) Alcune tipologie di spray al peperoncino

Non tutti gli spray al peperoncino sono legali; si possono vendere e comprare soltanto quelli con concentrazione di sostanza urticante al di sotto del 2,5%. Tutti gli altri sono vietati dalla legge italiana, con sanzioni salate per compratore e venditore.

6) Banconote false

Su Internet non si possono assolutamente comprare banconote o monete false. Per questa condotta la legge prevede uno specifico reato - articolo 453 del Codice penale - “Falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato, previo concerto, di monete falsificate”, punito con la reclusione da 3 a 12 anni e la multa da o 516 a 3.098 euro.

7) Titoli di studio falsi

Su Internet possono essere acquistati titoli di studio e qualifiche professionali falsi, come diplomi della scuola superiore di 2° grado, di laurea e abilitazioni all’insegnamento. In questo caso si commette il reato previsto all’articolo 495 del Codice penale:

“Chiunque dichiara o attesta falsamente al pubblico ufficiale l’identità, lo stato o altre qualità della propria o dell’altrui persona è punito con la reclusione da uno a sei anni.”

8) Animali protetti e vitati

Non si possono acquistare su Internet, a prescindere dalla piattaforma utilizzata e dallo Stato in cui ci si trova, animali protetti, in via di estinzione e selvatici da tenere come animali domestici. Questo vale per particolari specie di tartarughe, scimmie, grandi felini e molti altri. Inoltre è illegale comprare su Internet pelle o parti del corpo di animali protetti, come le corna di rinoceronte e le zanne di elefante. Si rischia l’accusa di bracconaggio.

9) Anabolizzanti e sostanze dopanti

Su Internet è illegale la vendita di anabolizzanti, steroidi e sostanze dopanti senza condizioni patologiche certificate e con lo scopo di migliorare le prestazioni sportive in vista di competizioni agonistiche.

10) Merce contraffatta

Vendere e comprare su Internet (come in ogni altro luogo) merce contraffatta è illegale. Tuttavia se i prodotti sono acquistati ad uso personale (e non per essere rivenduti), si rischia una multa da 100 a 7.000 euro, senza conseguenze sul piano penale. Nei casi più gravi, invece, può scattare la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la multa da 2.500 a 25.000 euro.

Argomenti

# Reato

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo