Pensione integrativa

Pensione integrativa

Il sistema previdenziale italiano si basa su 3 pilastri:

  • primo pilastro: la previdenza pubblica obbligatoria;
  • secondo pilastro: fondi pensione;
  • terzo pilastro: PIP (piani individuali pensionistici).

Il secondo e terzo pilastro (sottoposti a vigilanza COVIP) rappresentano forme complementari ed integrative al primo, nonchè una scelta libera e volontaria.

I fondi sono istituiti da banche, assicurazioni, SGR (Società di Gestione del Risparmio) e SIM (Società di Intermediazione Mobiliare) e possono essere:

  • aperti: si possono iscrivere tutti;
  • chiusi: si possono iscrivere solo determinate categorie (perchè frutto di accordi sindacali - negoziali).

I PIP si realizzano tramite polizze assicurative.

Vuoi saperne di più? Consulta la nostra guida.

Pensione integrativa, ultimi articoli su Money.it

Pensione integrativa: quanto è importante essere informati?

La ricerca condotta da Ania/Gfk mette il risalto l’importanza dell’informazione sui temi di previdenza complementare: «L’informazione rende consapevoli della propria situazione pensionistica e spinge ad agire per tempo per mantenere un tenore di vita adeguato anche per il post lavoro»

Pensione integrativa e i suoi vantaggi

Costruirsi una pensione di scorta non solo è utile ma anche fiscalmente vantaggioso grazie all’applicazione del sistema E-T-T. Vediamo più da vicino cos’è e in cosa consiste

Come assicurarsi una pensione adeguata?

In futuro gli assegni pensionistici saranno sempre più bassi; ecco perché per assicurarsi una pensione è importante investire i propri risparmi in un fondo pensione o in un portafoglio d’investimento personale.

|