Wall Street: Stamp crolla del 48% durate il pre-market

Prosegue la discesa dei futures sui principali listini americani, con gli operatori che temono l’acuirsi delle tensioni commerciali tra Usa e Cina. Tra i titoli da tenere so’occhio individuati dall’Ufficio Studi di Money.it c’è Stamp, le cui azioni sono crollate nel pre-borsa

Wall Street: Stamp crolla del 48% durate il pre-market

Proseguono i ribassi sui futures dei principali indici a stelle e strisce. Gli operatori continuano a tenere alta la guardia sul riaccendersi delle tensioni commerciali tra Usa e Cina. Da domani infatti potrebbe entrare in vigore l’aumento dal 10% al 25% dei dazi su 200 miliardi di dollari di beni cinesi. Secondo quanto dichiarato dal portavoce del Ministero del Commercio cinese, Gao Feng, la Cina si oppone all’applicazione unilaterale dei dazi. Feng ha affermato inoltre che la Cina è determinata e capace di salvaguardare i propri diritti e interessi.

Per oggi, i titoli da tenere monitorati sono:

  • Stamp: le quotazioni stanno perdendo oltre il 48% durante il pre-market. A scatenare una così intensa ondata di vendite è il peggioramento della view per il 2019 da parte della società stessa. In questo modo, sono stati confermati i timori degli investitori a proposito della capacità dell’azienda di proteggere i propri margini in assenza della partnership chiave con l’U.S. Postal Service. Questo ha portato ad una pioggia di downgrade, tra questi Northland Securities ha abbassato il rating di Stamp da “outperform” a “market perform”, Craig-Hallum ha portato il suo giudizio da “buy” a “hold” e B Riley FBR ha tagliato le racocmandazioni da “buy” a “neutral”. Dal punto di vista tecnico, con le perdite del pre-borsa le quotazioni si sono portate ai minimi da quasi 5 anni. L’intenso downtrend in cui sono inseriti i corsi sembra essere destinato a proseguire.
  • Costco: durante il pre-borsa le azioni della società stanno guadagnando l’1,1% in quanto la società ha affermato di stimare le vendite degli stessi negozi al +5,4%, battendo le attese degli analisti che stimavano un incremento del 4,4%. Con i rialzi in essere, le quotazioni hanno confermato la validità del livello supportivo fornito dalla media mobile semplice a 200 giorni, e sembrano puntare a segnare nuovi top storici, al momento posti a 248,70 dollari.
  • Etsy: la società ha pubblicato i risultati del primo trimestre 2019, che hanno deluso gli analisti. I prezzi stanno lasciando sul terreno il 6,87% durante il pre-market. Graficamente i corsi hanno confermato la violazione verso il basso della media mobile a 200 periodi. Se i venditori dovessero riuscire ad effettuare il breakout del supporto a 64,25 dollari ci si potrebbe attendere un ritorno delle quotazioni verso i 50 dollari.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.