Volkswagen: 30 miliardi per l’elettrico al 2023 ma 7 mila esuberi

Volkswagen accelera il piano per l’elettrico con investimenti superiori del previsto: aumentano le risorse ma si tagliano i posti di lavoro

Volkswagen: 30 miliardi per l'elettrico al 2023 ma 7 mila esuberi

Innovazione ma anche esuberi nel nuovo piano sull’elettrico della Volkswagen al 2023. Se da una parte la casa automobilistica tedesca punta alle nuove tecnologie sul piano produttivo e a nuovi modelli elettrici da lanciare sul mercato, dall’altra procederà a tagliare il personale.

Così mentre la società si appresta a investire 19 miliardi per l’innovazione, si contano fino a 7 mila esuberi nei prossimi 5 anni.

Intanto, il titolo Volkswagen è piuttosto tonico in Borsa dove le azioni stanno scambiando in rialzo dell’1,14% a 145,62 euro.

Volkswagen, nel piano sull’elettrico 19 miliardi per l’innovazione

La parola d’ordine per Volkswagen nei prossimi 5 anni è innovazione. Con una particolare attenzione all’ambiente e al clima. Lo ha ribadito ieri il Ceo della casa automobilistica tedesca, Herbert Diess, che ha annunciato un piano per la mobilità elettrica più importante di quanto previsto e comunicato in precedenza.

Intanto saranno aumentati gli investimenti: la società vuole mettere sul piatto 19 miliardi per l’innovazione, ben 8 miliardi in più rispetto a quanto previsto inizialmente per i prossimi 5 anni. L’obiettivo è adattarsi il prima possibile alla trasformazione epocale che sta investendo il settore, aumentando la produzione di auto eco-sostenibili e a guida autonoma.

Più auto elettriche e l’impegno per l’ambiente

Non a caso, nella giornata di ieri, Volkswagen ha annunciato che entro il 2028 immetterà sul mercato 70 modelli elettrici - e non 20 come precedentemente previsto – portando la vendita delle vetture elettriche a 22 milioni in 10 anni.

“Il nostro obiettivo per il 2025 è la riduzione del 30% delle emissioni di CO2 della flotta dai noi prodotta rispetto ai valori del 2015 e per questo abbiamo varato investimenti nella sola area della elettrificazione per 30 miliardi di euro fino al 2023. E il risultato sarà una quota di vendite di auto elettriche del 40% entro il 2030”

ha detto Diess.
L’annuncio è stato accompagnato anche dalla diffusione dei dati sulla crescita: l’utile 2018 è aumentato del 6% portandosi sopra i 12 miliardi.

Fino a 7 mila esuberi al 2023

Nel piano sull’elettrico Volkswagen, gli investimenti in innovazione non riguarderanno solo il prodotto finito ma anche il ciclo produttivo. Il gruppo punta all’automazione e all’utilizzo di macchine e robot altamente tecnologici per la realizzazione delle vetture.

A fare le spese di questa trasformazione saranno però i lavoratori: nei prossimi 5 anni potrebbero essere tra 5 mila e 7 mila i posti di lavoro che andranno in fumo.

Stando a quanto spiegato dalla casa automobilistica, però, non si dovrebbe procedere a licenziamenti. Nel piano Volkswagen si prevede di non avviare nuove assunzioni per sostituire i dipendenti che vanno in pensione.

Una buona notizia sul fronte occupazionale comunque c’è: nuove posizioni lavorative, almeno 2 mila, si creeranno nella divisione dello sviluppo tecnico.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Volkswagen

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.