Vivere di trading: la mentalità giusta per fare del trading il proprio lavoro

David Pascucci

6 Dicembre 2022 - 08:57

Il trading è un lavoro dove la mentalità fa gran parte del risultato e senza la giusta mentalità si è fuori dai giochi

Vivere di trading: la mentalità giusta per fare del trading il proprio lavoro

Sentiamo molto spesso parlare di trading, di investimenti e di come si può facilmente diventare ricchi con questo lavoro. L’unico evento che prevede un arricchimento veloce è solamente la cospicua vincita alla lotteria, che però ha scarse probabilità, quindi è logico che la generazione del denaro dal nulla e senza sforzi è statisticamente improbabile e per giunta un’attività sistematica come quella del trading non può appellarsi alla fortuna o al caso.

In questo senso dobbiamo entrare nell’ottica che la visione secondo cui il trader svolge delle operazioni in base alla sua capacità di “indovinare” la direzione del mercato sia praticamente errata e che per fare questo lavoro, ripetiamo “lavoro”, si deve partire dalla giusta mentalità e dalla corretta considerazione di quanto si faccia in questo tipo di attività al fine di renderla profittevole nel lungo periodo. In questo senso andiamo a smontare alcune credenze circa il mondo della finanza e andiamo invece a vedere quali sono gli aspetti fondamentali per iniziare a considerare questa attività come un lavoro serio e per certi versi molto complesso.

Il trading è un lavoro

Molti si avvicinano al trading con i presupposti sbagliati, presupposti secondo cui magicamente si può trasformare un piccolo capitale in un capitale enorme in poco tempo. Nulla di più sbagliato, in quanto ogni attività che richiede un lavoro sistematico per generare denaro, così come ogni professione, richiede l’attuazione di una serie di comportamenti e di regole di disciplina che non sono minimamente riconducibili al caso o alla fortuna.

Partiamo dal presupposto che il lavoro del trader è uno di quei lavori con il più alto grado di specializzazione nel mondo finanziario, un lavoro molto richiesto e ben pagato all’interno del mondo bancario e del risparmio gestito. Pensate quindi che queste persone così altamente preparate si affidino al caso, alla fortuna o siano persone che svolgono sistematicamente operazioni in cui si guadagna sempre?

Si tratta di professionisti molto preparati, sia accademicamente che mentalmente, molto disciplinati e fortemente concentrati su degli obiettivi ben precisi e per questo sono preparati a sapere cosa fare in caso di errore o in casi di emergenza. In pratica stiamo parlando di una figura professionale con un mindset preciso, una mentalità costruita per fare quel lavoro, un lavoro che non è per tutti.

Ovviamente, se si parla di caratteristiche del genere, l’obiettivo di questi professionisti non sarà banalmente quello di fare soldi, per giunta obiettivo comune in tutte le professioni, bensì sarà quello di sapere bene come gestire delle risorse finanziarie all’interno dei mercati, ossia quello di fare il proprio lavoro al meglio possibile. Mettendola su questo piano, vediamo come già la percezione del trader come un “gambler”, uno scommettitore che punta tutto su un titolo viene sempre meno ed emerge una figura ben più “seria” e meno emozionante.

L’obiettivo principale di un trader

L’obiettivo ultimo del trader non è semplicemente quello di fare soldi, ripetiamo che quell’obiettivo è comune a tutte le professioni se si vuole sopravvivere, bensì è quello di gestire al meglio le risorse finanziarie che ha a disposizione per cercare il miglior investimento possibile. Il trader si concentra quindi sulla gestione del rischio del capitale che ha a disposizione, in sostanza si occupa di calcolare e di valutare quanto rischio associare a un investimento, sia esso di breve o di lungo periodo. Ovviamente, questa gestione del rischio non è solamente focalizzata sul trovare il miglior investimento, bensì sulla ricerca della migliore opportunità ottimizzando il rischio del proprio capitale, in sostanza trovare il miglior rendimento possibile evitando di perdere il capitale.

Il trader fa questo lavoro, gestire il rischio con il focus sul preservare il capitale e consolidarlo nel tempo affinché possa sfruttare degli interessi composti nel tempo. Il tutto lo si fa analizzando i mercati in modo attento, calcolando i possibili scenari e associando il rischio del proprio capitale a essi. La parte dove il trader esegue le operazioni di compravendita sul mercato rappresenta solamente il 10% del lavoro svolto in quanto in quella situazione il trader già sa cosa deve fare e come deve farlo.

Questa situazione dove ciò che vediamo di un professionista è solamente la minima parte del lavoro, la possiamo associare a una moltitudine di professioni, dall’ingegnere che vede la realizzazione di una costruzione in poco tempo dopo mesi e mesi di progettazione e calcoli, così come un chirurgo che opera dopo anni di preparazione sui libri di testo e come un avvocato che dopo la preparazione della causa si presenta dinanzi al giudice. Come vedete, ogni professione ha un certo grado di preparazione, talvolta per quanto riguarda il trading, si confonde il negoziare strumenti finanziari come il fulcro dell’attività quando in realtà la maggior parte del lavoro si fa a monte, prima di operare effettivamente.

Come sviluppare la mentalità giusta per fare trading

Per sviluppare una mentalità giusta per fare di trading si deve partire dal come si considera l’attività di trading. Se reputiamo che l’attività di trading sia un’attività da fare a tempo perso, che bastino dei semplici consigli per svolgerla e che ci serva qualcuno che ci dica cosa fare, allora sappiate che non si arriverà da nessuna parte e che i risultati non verranno mai. Se si vuole fare del trading una vera e propria attività, la si deve considerare come tale e iniziare a immergersi effettivamente nella parte del professionista, avere un atteggiamento serio, sapendo che ciò che si sta facendo lo si fa per aumentare il capitale nel corso del tempo, studiare, sbagliare, imparare.

Senza questo tipo di mentalità, o meglio, senza questo tipo di visione dell’attività di trading, non si potrà mai affrontare un percorso formativo dove c’è studio, analisi, sviluppo della disciplina e raggiungimento dei risultati, pertanto partire dal cambiare visione rispetto a questo tipo di lavoro è il primo grande passo per affrontare la giusta preparazione per diventare traders e ottenere dei risultati, come in tutte le professioni che noi conosciamo.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo