La variante Delta preoccupa l’Europa: 90% dei casi entro agosto

Mario D’Angelo

29/06/2021

29/06/2021 - 16:48

condividi

La variante Delta non solo sarà prevalente entro i prossimi mesi, ma eliminerà del tutto le altre mutazioni del coronavirus. Europa preoccupata: Green Pass al rischio?

La variante Delta preoccupa l'Europa: 90% dei casi entro agosto

La variante Delta sta diventando prevalente in Europa, e potrebbe essere responsabile del 90% dei casi entro agosto. In questo momento la variante identificata per la prima volta in India è già sopra il 20% dei casi in diversi Paesi, fra cui Francia, Germania e Italia.

La crescente diffusione della variante Delta, questo è il timore dei leader dell’Unione Europea, potrebbe mettere a rischio i piani dell’estate sulla libera circolazione grazie al Green Pass e mettere un freno alla ripresa con una nuova ondata a ottobre.

Variante Delta: in Germania è già prevalente

Quando si guarda ai dati sulla diffusione delle varianti, bisogna sempre tener presente che si trattano solo di fotografie della situazione di settimane prima.

In Germania, ad esempio, secondo i dati dello scorso 20 giugno, la variante Delta costituiva il 36% dei casi, in salita rispetto al 15% della settimana scorsa. Secondo Lothar Wieler , presidente dell’agenzia pubblica sanitaria Robert Koch Institute, adesso in Germania rappresenta oltre il 50% dei casi.

Nel corso dell’estate diventerà la variante dominante, ha detto il primo ministro della Bavaria Markus Soeder. La Germania martedì ha bloccato i viaggi dal Portogallo e dalla Russia, e ha chiesto di bloccare i viaggiatori dal Regno Unito in tutta l’UE.

In Francia la situazione è simile: secondo il direttore dell’Agenzia della salute dell’Ile-de-France, Aurelien Rousseau, nella regione di Parigi il 21,4% dei casi è causato dalla variante Delta.

Variante Delta in Italia vicina al 20%

Anche in Italia la mutazione adesso è vicina al 20%, ha detto lunedì il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

Secondo uno studio inglese, la doppia dose di Pfizer o AstraZeneca riduce il rischio di ospedalizzazione anche contro la variante Delta del 96% e del 92% rispettivamente. Nonostante ciò, i contagi sono in risalita nel Regno Unito, con 22.868 nuovi casi lunedì, aumentando il rischio di ulteriori, pericolose evoluzioni del virus.

Nel corso di sole due settimane, Israele, che ha condotto una delle campagne vaccinali più rapide, è passata da 206 casi attivi a 1.254.

Argomenti

Iscriviti a Money.it