Vaccino Covid Sicilia: come prenotare e dove andare

Laura Pellegrini

07/04/2021

07/04/2021 - 11:55

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Riprendono le prenotazioni del vaccino Covid in Sicilia per gli anziani over 80, i soggetti fragili, i cittadini over 70, gli insegnanti, le forze dell’ordine: come fare la registrazione e dove andare.

Vaccino Covid Sicilia: come prenotare e dove andare

La campagna vaccinale in Sicilia prosegue a ritmo piuttosto lento a causa del ritardo nella consegna delle dosi e nelle somministrazioni. Su tutta l’isola sono state vaccinate in totale 258.316 persone, mentre in Italia si prosegue superando quota 3.555.242 di vaccinati (con prima e seconda dose).

La Sicilia riapre dall’8 aprile le prenotazioni per il vaccino Covid ai soggetti fragili o estremamente vulnerabili, agli anziani over 80 e prosegue in parallelo le somministrazioni per i cittadini di età compresa tra i 70 e i 79 anni, gli insegnanti e le forze dell’ordine.

Il canale di registrazione e prenotazione del vaccino Covid è la piattaforma realizzata da Poste Italiane, ma la stessa Regione Sicilia ha messo a disposizione un portale per raccogliere le adesioni alla campagna vaccinale.

Come prenotare il vaccino Covid in Sicilia? Dai soggetti che possono registrarsi alla presa degli appuntamenti, fino alla procedura di prenotazione e ai numeri utili: ecco la guida completa.

Vaccino Covid Sicilia: come prenotare

La Sicilia ha aderito alla piattaforma di Poste Italiane per raccogliere le prenotazioni per la somministrazione del vaccino contro il Covid-19, ma al tempo stesso si è dotata di un sistema proprio di prenotazione disponibile sul portale Costruire Salute. Quest’ultimo non permette di effettuare la prenotazione, ma di raccogliere l’adesione dei cittadini alla campagna vaccinale.

Dopo le registrazioni aperte per gli anziani over 80, le somministrazioni si sono allargate anche agli over 70, al personale scolastico (docenti e insegnanti) e alle forze dell’ordine. Ma la mancanza di dosi ha rallentato la macchina vaccinale, che riprenderà a pieno ritmo dall’8 aprile.

Chi non è avvezzo alla tecnologia può aderire alla campagna vaccinale compilando il modulo di pre-adesione oppure chiamando il numero verde 800 009 966 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi). Si può prenotare un appuntamento anche tramite gli sportelli Atm Postamat o attraverso il canale costituito dai portalettere di Poste Italiane.

La prenotazione consiste in una registrazione con la quale si esprime la volontà di ricevere il vaccino. Sul sito dedicato, infatti, andranno inseriti il proprio codice fiscale, la tessera sanitaria e un numero di cellulare. Soltanto in seguito si riceveranno informazioni dettagliate dalla ASL di riferimento.

Vaccino Covid Sicilia: prenotazioni per AstraZeneca

A partire dal 19 marzo in Italia sono ripartite le vaccinazioni con farmaco AstraZeneca, dopo il via libera di Ema e AIFA in seguito alla sospensione in via precauzionale.

In Sicilia la prenotazione del vaccino Covid AstraZeneca è ripresa per gli over 70, i docenti e le forze dell’ordine. Per fissare un appuntamento è necessario seguire le istruzioni riportate sul sito siciliacoronavirus.it.

Sfruttando questo canale si potranno prenotare le somministrazioni del siero inserendo il numero della propria tessera sanitaria e il codice fiscale della persona che intende vaccinarsi. Si possono delegare terzi alla prenotazione del vaccino, nel caso in cui non si abbia dimestichezza con il computer.

Si potrà poi individuare, in base al proprio CAP, la sede vaccinale più vicina e scegliere la data e l’orario in base alle disponibilità.

Vaccino Covid Sicilia: prenotazioni per i soggetti vulnerabili

Dal 16 marzo la campagna vaccinale è stata estesa anche ai soggetti estremamente vulnerabili o affetti da patologie tali da esporre a un rischio maggiore di contrarre il Covid-19 in forma grave o letale. Si tratta, per la Sicilia, del secondo step in favore dei soggetti più fragili: già dal 2 marzo, infatti, sono iniziate le somministrazioni del vaccino per le persone disabili o i caregivers.

Le procedure di prenotazione del vaccino sono le medesime sopra descritte anche per queste categorie di soggetti. In aggiunta, però, è possibile rivolgersi anche ai medici di medicina generale o inviare una e-mail alla propria Asp territorialmente competente, sulla base del Protocollo siglato di recente dalla Regione con i sindacati di categoria.

I disabili, invece, non dovranno prenotare la somministrazione in quanto saranno le Asl territoriali a contattare i soggetti interessati e a fissare un appuntamento.

In caso di soggetto fragile minore (dai 16 anni), la somministrazione verrà effettuata anche ai genitori o ai tutori che dovranno compilare un’autocertificazione del proprio status predisposta dalle Asp.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories