Vacanze 2022, ecco con quale mezzo conviene partire per risparmiare qualcosa

24 Luglio 2022 - 23:11

condividi

Per le vacanze 2022 bisogna scegliere con cura il mezzo con il quale partire. Aerei, traghetti, auto e treni. Ecco con quale si risparmia di più secondo un’indagine di Altroconsumo.

Vacanze 2022, ecco con quale mezzo conviene partire per risparmiare qualcosa

Le vacanze 2022 sembrano ormai essere minacciate dal rincaro dei prezzi, risultato dell’inflazione che sta investendo l’intera Europa. L’estate 2022 si dimostra ancora una volta la più calda di sempre e non solo a causa del cambiamento climatico con temperature record, ma anche per gli scottanti prezzi che hanno investito il settore dei trasporti.

Il rincaro del carburante ha infatti causato non pochi danni nel settore e a chi desiderava concedersi le meritate ferie estive. Proprio per andare incontro a chi desidera partire risparmiando Altroconsumo ha dato inizio a un’indagine che ha calcolato i rincari rispetto agli ultimi tre anni.

L’associazione ha quindi preso in esame i prezzi di aerei, traghetti, treni e carburante per auto per poter individuare con quale mezzo conviene partire per risparmiare. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Vacanze 2022 e rincari: i mezzi più costosi

Prima di scoprire quale sia il mezzo con il quale conviene partire per risparmiare tornerà sicuramente utile ai viaggiatori conoscere quali sono i mezzi più costosi.

Aereo

L’aumento dei prezzi ha recato innumerevoli danni al settore dei trasporti e al primo posto non si può non trovare il trasporto aereo. In questa estate non poteva andare peggio per chi viaggia in aereo. Tra cancellazioni, ritardi e valigie smarrite, viaggiare in aereo può rivelarsi un incubo e non solo dal punto di vista pragmatico ma anche da un punto di vista economico.

Altroconsumo ha considerato i dati dell’ultima rilevazione Istat il prezzo medio dei voli nel (nazionali e internazionali) è aumentato del 90% rispetto al 2021, percentuale che scende al +64% rispetto al 2020 e al +56% rispetto a quella del 2019, quando la richiesta era simile a quella di oggi, ma con costi del carburante di gran lunga inferiori. Nello specifico:

  • per i voli internazionali i rincari raggiungono il +124% sul 2021, il +92% sul 2020 e il +69% sul 2019. Ad aggravare la situazione oltre al rincaro del carburante sono anche i divieti di sorvolo su Bielorussia e Russia, che obbliga le compagnie aeree ad allungare la tratta e quindi i costi;
  • il rincaro è più contenuto per i voli nazionali: +33% sul 2021, anche poco più convenienti rispetto a quanto non fossero nell’estate 2020 (-5%) e +16% sul 2019.

Traghetto

Conti salati anche per chi sceglie di viaggiare via mare. Anche il trasporto marittimo non è esente dall’ondata dei rincari, benché siano più moderati. Dai risultati dell’indagine di Altroconsumo i traghetti costano il 19% rispetto al 2021, +21% rispetto al 2020, mentre è più sottile la differenza con il 2019: +12%.

Il trasporto marittimo è stato oggetto di indagine anche di Federconsumatori, che ha preso in esame le tariffe per otto tratte nazionali confrontandole con il 2021. Il risultato è che, in media, il costo di un traghetto è aumentato del 50%, con punte dell’89% sulla Civitavecchia-Olbia. Il porto sardo avendo oltre tre milioni di passeggeri ogni anno dovrebbe avere costi minori, secondo le leggi di mercato. È evidente, quindi, il rincaro sia anche soggetto a speculazioni, che l’associazione denuncerà all’Antitrust.

Vacanze 2022, con quale mezzo si risparmia: il treno

L’unico mezzo di trasporto con il quale è possibile risparmiare è il treno, perciò chi vuole salvarsi dai rincari dovrà optare per tale mezzo di trasporto. Stando all’indagine di Altroconsumo, si rilevano tariffe in calo del 10% rispetto al 2021, del - 5% rispetto al 2020 e quasi identiche al 2019 (-2%).

Ciò a cui bisogna far attenzione però è la decisione di prendere un treno per poi proseguire in auto. Gli automobilisti sono stati investiti in pieno dal rincaro del carburante. Eppure a oggi l’auto sembra essere il mezzo prediletto, ma stando ai dati l’auto è forse uno dei mezzi che conviene di meno

Iscriviti a Money.it