Trading e investimenti, cos’è l’analisi macroeconomica e perché è fondamentale

David Pascucci

17/11/2022

17/11/2022 - 11:07

condividi

L’analisi macroeconomica è una componente fondamentale per le scelte operative nel trading e negli investimenti

Trading e investimenti, cos'è l'analisi macroeconomica e perché è fondamentale

L’analisi macroeconomica è molto probabilmente la più importante da svolgere se la nostra scelta è quella di investire o fare trading. Moltissimi traders evitano questo approccio, eppure questa componente risulta fondamentale per i players di mercato più grandi (Hedge Funds, Fondi di Investimento) che ottengono risultati sicuramente diversi dal trader retail medio.

Lo scopo del trader retail è quindi quello di avvicinare sempre più il suo approccio a quello dei grandi player, una sorta di imitazione che servirà per ottenere dei risultati, siano essi in termini di gestione del rischio o direttamente obiettivi di rendimento. L’analisi macro è assolutamente fondamentale a livello formativo per ogni trader e dovrà essere parte integrante della sua formazione e di conseguenza della sua operatività. Vediamo insieme quali sono gli aspetti che un trader e/o un investitore devono tenere d’occhio per quanto riguarda questa tipologia di analisi.

Cos’è l’analisi macroeconomica?

L’analisi macroeconomica consiste nello studio delle principali componenti economico-finanziario in un’ottica globale. I fattori fondamentali vengono analizzati singolarmente e poi nel loro complesso, come gli ingranaggi di un meccanismo. Questo perché i fattori hanno un peso come singoli e uno all’interno dell’analisi nel suo complesso.

Per semplificare, possiamo mettere a confronto il sistema economico-finanziario con il corpo umano o una qualsiasi macchina complessa dove il malfunzionamento di un organo o di una parte, in alcuni casi, compromette il funzionamento di tutto il sistema.

Come in un corpo umano i problemi circolatori derivano dall’inefficienza del cuore, per esempio, il malfunzionamento del sistema finanziario può derivare dall’inefficienza di fattori come una forte inflazione, tassi di interesse troppo elevati, un comparto di mercato in bolla e così via. Per individuare le inefficienze, che sia un corpo umano, una macchina o il sistema economico finanziario, bisogna avere una visione di insieme che l’analisi macroeconomica ci fornisce. E proprio per questa sua caratteristica, l’analisi macro risulta fondamentale per le scelte di investimento e gestione del rischio nel breve e nel lungo periodo.

I fattori principali dell’analisi macroeconomica: tassi di interesse e inflazione

Riprendiamo l’esempio del corpo umano e immaginiamo che nel sistema economico-finanziario il sangue sia rappresentato dal denaro (dalla liquidità) e il cuore siano le banche centrali, ossia gli organi che “pompano” liquidità nel sistema. Il centro del sistema è rappresentato dal cervello dove possiamo immaginare che ci siano tassi di interesse e inflazione.

Il cervello, nel momento di pericolo manda dei segnali al cuore che pomperà più sangue e nel nostro caso quando i tassi di interesse e l’inflazione vanno fuori controllo od oltre i loro standard, le banche centrali (il cuore) agiranno di conseguenza pompando più o meno sangue (liquidità).

Questo, per comprendere quanto le banche centrali sono importanti all’interno del sistema economico e come sono dipendenti e allo stesso tempo determinanti per i tassi di interesse e l’inflazione.

Ma tornando alla realtà, la componente più importante in assoluto per il sistema economico-finanziario è il tasso di interesse, che rappresenta il costo del denaro: tanto più è alto tanto più l’economia faticherà a girare. In parole semplici la velocità di circolazione del denaro diminuisce perché il denaro è costoso. Vale anche il contrario, ossia quando i tassi di interesse sono bassi l’economia girerà con più facilità, la velocità di circolazione della moneta sarà più alta.

Un altro fattore chiave è sicuramente l’inflazione, il livello generalizzato dei prezzi. Un’inflazione molto elevata può portare a una situazione di emergenza dove i prezzi potrebbero essere troppo alti all’interno dell’economia, così come un’inflazione troppo bassa porta una situazione di emergenza per far riprendere l’economia. Questi due fattori sono essenziali e fondamentali all’interno di un’analisi macroeconomica, senza non potremmo mai avere un quadro veramente efficiente del contesto economico.

Che ruolo hanno tassi di interesse e inflazione nell’economia

Capire come funzionano e come si muovono i tassi di interesse e l’inflazione è teoricamente semplice ma allo stesso tempo arduo. Per esempio quando l’inflazione è alta di conseguenza nasce l’esigenza di farla abbassare. Ma come? Basta aumentare i tassi di interesse così che aumenti il costo del denaro, diminuisca la velocità di circolazione della moneta e i prezzi si abbasseranno di conseguenza. Ma chi decide quando l’inflazione è alta o bassa? E secondo quali criteri?

Le banche centrali stabiliscono un tasso di inflazione “target” che equivale a un’economia sana. Nel caso delle Bce, della Fed e della BoE - per esempio - il tasso target è il 2%, pertanto queste banche centrali faranno in modo tale che i tassi di interesse portino sempre l’inflazione a questi livelli.

Quando l’inflazione si discosta molto da questo target, è il momento di agire in modo tempestivo sui livelli dei tassi e sul costo del denaro in generale, aumento o diminuendo i tassi di interesse.

La macroeconomia negli investimenti e nel trading

L’analisi macro consiste quindi nello stabilire quali sono le forze che guidano il sistema economico-finanziario e come queste possano influenzare direttamente i prezzi sui mercati finanziari. L’inflazione alta, ad esempio, erode i rendimenti e in tal proposito saper leggere come si muoverà l’inflazione è un vantaggio nella misurazione dei possibili rendimenti e di conseguenza dei rischi. I tassi di interesse stabiliscono quanto il denaro circoli nell’economia e nei mercati finanziari, pertanto sapere come si muoveranno i tassi di interesse risulterà fondamentale nel capire quanto investire e dove investire in base alla disponibilità di liquidità che sarà presente in un determinato mercato.

Il compito dell’investitore è quindi capire se i prezzi sul mercato siano corrispondenti a quanto sta succedendo nell’economia così da poter sfruttare le inefficienze che gli permetteranno di ottenere un buon rapporto tra rischio e rendimento. L’analisi macro è molto utile anche per i traders di breve termine, quelli che vengono definiti traders intraday, ossia coloro che operano facendo trading giorno per giorno. Per questi traders l’analisi macro consente loro di capire se alcuni movimenti all’interno della giornata siano in linea con il contesto economico-finanziario, pertanto sarà loro utile per inquadrare eventuali movimenti di “squeeze” che sono soliti avvenire proprio in corrispondenza di forti cambiamenti macroeconomici.

Per essere investitori o traders di un certo livello, è molto importante formarsi in questa disciplina che, senza ombra di dubbio, risulterà fondamentale sia nelle decisioni di investimento sia nella vita quotidiana per avere una visione globale e completa su ciò che accade nel sistema economico in cui viviamo.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.