Wall Street: i titoli caldi del 6 giugno 2019

Oggi i titoli che abbiamo selezionato sono Cloudera, AMD e Five Below. Particolare attenzione alla prima azienda dell’elenco, che crolla del 34% durante il pre-borsa, ma su cui abbiamo notato un comportamento interessante

Wall Street: i titoli caldi del 6 giugno 2019

Continua la serie di sessioni positive sui futures dei principali indici americani, che beneficiano ancora delle parole di Powell e dell’assenza di notizie negative sul fronte della guerra commerciale tra Usa e Cina. Per oggi, abbiamo individuato i seguenti titoli da tenere sott’occhio:

  • Cloudera: nel pre-market di Wall Street il titolo lascia sul terreno il 34,43%. Queste copiose vendite sono dovute all’addio del CEO Tom Reilly. Non solo. Nella pubblicazione dei risultati del primo trimestre 2019, l’azienda ha comunicato una guidance deludente per l’anno 2020. Dal punto di vista grafico, le azioni Cloudera proseguono il forte downtrend in cui sono inseriti i prezzi. Con i ribassi di oggi, i corsi raggiungeranno nuovi minimi storici. Operativamente però, si osserva come dopo ogni gap down le quotazioni tendano a mettere in piedi un rimbalzo che dura per diverse ottave. Ciò costituisce un’occasione interessante per valutare strategie long.
  • AMD: i corsi guadagnano il 2,47% nel pre-borsa grazie alla decisione di Morgan Stanley, che ha alzato il giudizio su AMD da “underweight” a “equal-weight”. Con questi rialzi, il titolo è riuscito a rompere l’area di compressione compresa tra 27,19 e 29,9498 dollari per azione, mettendo sul tavolo l’opportunità di raggiungere nuovi massimi storici, al momento posti a 34,14 dollari.
  • Five Below: la società ha comunicato i risultati del primo trimestre 2019, che hanno fatto emergere un utile per azione a 0,46 dollari, battendo le stime di Wall Street. Sorprendono in positivo anche i ricavi e l’azienda ha alzato le sue previsioni per gli utili futuri, includendo nel calcolo anche l’impatto di più alte tariffe contro la Cina. Nel pre-borsa, le azioni Five Below avanzano dell’1,58%. L’uptrend in cui sono inseriti i corsi è estremamente forte, prova ne è il fatto che il test della media mobile a 200 periodi ha fatto scattare una pronta reazione da parte dei compratori. Al momento, l’obiettivo delle quotazioni si potrebbe individuare a 133,21 dollari, dove transita un coriaceo livello statico.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories