I tirocinanti prendono la tredicesima? No, ecco perché

Isabella Policarpio

25/11/2020

15/12/2020 - 11:31

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Gli stagisti non hanno diritto alla tredicesima a dicembre e nemmeno alle ferie natalizie. Ma possono esserci delle eccezioni, spieghiamo quali.

I tirocinanti prendono la tredicesima? No, ecco perché

I tirocinanti non prendono la tredicesima a dicembre diversamente dai lavoratori dipendenti a tempo determinato, indeterminato e apprendisti. Il motivo è semplice: lo stage non è un contratto di lavoro vero e proprio, di conseguenza gli stagisti non maturano i diritti garantiti agli altri lavoratori.

Niente tredicesima e nemmeno ferie natalizie, a meno che l’azienda non conceda spontaneamente qualche giorno di pausa anche ai tirocinanti.

La tredicesima non spettano ai tirocinanti: perché e cosa dice la legge

Tirocinio o stage non fanno maturare la tredicesima mensilità erogata a dicembre dal datore di lavoro. Ciò perché tra tirocinante e datore non viene in essere un vincolo contrattuale ma una “convenzione” (detta progetto formativo) tra stagista e “soggetto ospitante”, secondo quanto stabilito dalla legge 99/2013.

I tirocinanti non percepiscono lo stipendio ma una indennità, il cui valore dipende dalla Regione in cui è ubicato il soggetto ospitante. Le indennità sono percepite per ogni mese di tirocinio e, in nessun caso, è prevista una indennità aggiuntiva a dicembre.

Per altri dettagli si rimanda alle seguenti fonti normative:

  • Accordo del 25 maggio 2017 tra il Governo, le Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano sul documento recante Linee guida in materia di tirocini formativi e di orientamento
  • Accordo del 24 gennaio 2013 tra il Governo, le Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano, sul documento recante Linee-guida in materia di tirocini
  • Legge 99 del 9 agosto 2013, Conversione in legge, con modificazioni, del Decreto legge 28 giugno 2013, n. 76, recante primi interventi urgenti per la promozione dell’occupazione, in particolare giovanile, della coesione sociale, nonché in materia di Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) e altre misure finanziarie urgenti di conversione del d.l. 76/2013

Tredicesima per apprendisti


Diversamente dai tirocinanti, gli apprendisti hanno diritto alla gratifica natalizia in busta paga. Ciò perché l’apprendistato si considera un contratto di lavoro subordinato, con tutti i diritti (ferie, mensilità aggiuntive, malattia, maternità e così via) e i doveri che ne derivano. La peculiarità del contratto di apprendistato è che permette di inquadrare il lavoratore a due livelli inferiori rispetto a quello di arrivo.

Stage e ferie natalizie

Non essendo un rapporto di lavoro, durante il tirocinio non si maturano giorni di ferie o permessi retribuiti. Ma questo non significa che tutti gli stagisti siano costretti a lavorare a Natale e Santo Stefano.

I tirocinanti non sono obbligati per legge a garantire la loro presenza nei giorni festivi segnati in rosso sul calendario (8, 25 e 26 dicembre, 1° e 6 gennaio). Infatti “La specifica disciplina che regola il lavoro nei giorni festivi (prevedendo retribuzioni maggiorate) non è applicabile al tirocinio”, come riporta la locandina online della Cgil.

Tuttavia, anche in assenza di ferie, spesso sono i datori di lavoro stessi a concedere dei giorni di pausa agli stagisti per trascorrere le vacanze natalizie in famiglia. In caso contrario dovrà essere il tirocinante ad avanzare la richiesta di assentarsi qualche giorno, cosa che può essere accolta o rifiutata in base alle esigenze del soggetto ospitante.

Argomenti

# Stage

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO