Test medicina 2022, ci sono novità: ecco come cambiano i quiz

Alessandro Nuzzo

25 Giugno 2022 - 13:03

condividi

Novità per i test d’ingresso a medicina, veterinaria e professioni sanitarie con meno domande di cultura generale. Poi dal 2023 cambierà tutto.

Test medicina 2022, ci sono novità: ecco come cambiano i quiz

Ci sono importanti novità per quanto riguarda i test d’ingresso a medicina, veterinaria e professioni sanitarie. Il ministro Cristina Messa ha infatti firmato il decreto che riformula la composizione delle domande in vista dei test per il prossimo anno.

Test d’ingresso che ogni anno vengono presi d’assalto da migliaia di studenti che vorrebbero intraprendere la carriera medica. Confermate anche le date e i criteri di attribuzione del punteggio. Il decreto però spalanca anche le porte a ciò che accadrà a partire dal 2023 quando ci sarà un cambiamento totale per i test d’ingresso. Vediamo cosa cambia.

Test d’ingresso medicina, meno domande di cultura generale: cosa cambia

Il decreto è stato firmato ed entrerà in vigore in vista del prossimo anno accademico 2022/2023. A cambiare sarà la divisione delle domande. Il prossimo anno i quiz saranno sempre 60 ma quelli di cultura generale ridotti al minimo per lasciare spazio a quesiti specifici su biologia, chimica, fisica e matematica.

Dunque chi vorrà provare i test d’ingresso per entrare a medicina si troverà davanti:

  • 4 domande di competenze di lettura e conoscenze acquisite negli studi;
  • 5 di ragionamento logico e problemi;
  • 23 di biologia;
  • 15 di chimica;
  • 13 di fisica e matematica.

A veterinaria la composizione sarà leggermente diversa:

  • 4 domande di competenze di lettura e conoscenze acquisite negli studi;
  • 5 di ragionamento logico e problemi;
  • 19 di biologia;
  • 19 di chimica;
  • 13 di fisica e matematica.

Lo scorso anno le domande di cultura generale ne erano 12, 10 di ragionamento logico, 18 biologia, 12 chimica e 8 di fisica e matematica.

Insomma si è voluto dare maggior peso alle materie oggetto di studi nel corso del percorso di laurea.

Date, calcolo del punteggio e posti messi a disposizione

Sono già state fissate anche le date per i test d’ingresso di medicina, veterinaria e professioni sanitarie in vista del prossimo anno. Si inizierà martedì 6 settembre per medicina e odontoiatria in lingua italiana, giovedì 8 settembre veterinaria, martedì 13 settembre medicina e odontoiatria in lingua inglese. Per le professioni sanitarie si dovrà attendere giovedì 15 settembre.

Le domande come detto saranno 60, 5 le opzioni di risposta e il tempo a disposizione 100 minuti. Non cambia il calcolo del punteggio. Il massimo raggiungibile sarà 90 punti, 1,5 punti per ogni risposta esatta, -0.40 per ogni risposta errata, 0 punti per le domande non risposte.

Quanto ai posti messi a disposizione ancora non si conosce il numero esatto anche se come ha ribadito più volte la ministra Messa non si scenderà al di sotto dei 14.500 posti messi a disposizione lo scorso anno.

Dal 2023 cambia tutto con i Tolc

Le novità più importanti per le facoltà sanitarie avverranno però a partire dal 2023 quando le modalità di svolgimento delle prove saranno completamente diverse. Si passerà infatti al test «Tolc». Si tratta di un test online da fare per chi vuole iscriversi ad un corso di laurea che richiede la conoscenza di nozioni di base prima dell’immatricolazione.

Gli studenti potranno iniziare a farli a partire dal penultimo anno della scuola secondaria superiore per due massimo due volte all’anno in anticipo rispetto alle attuali date in modo da utilizzare questi punteggi nell’arco del biennio per partecipare poi al concorso di ammissione alla classe di interesse.

Argomenti

Iscriviti a Money.it