Altro che flop, il Cybertruck di Tesla va già a ruba

Nonostante il flop della presentazione, il Cybertruck di Tesla sembrerebbe già aver conquistato i clienti.

Altro che flop, il Cybertruck di Tesla va già a ruba

Nonostante il clamoroso scivolone dei vetri infrangibili “Armor Glass” (che non hanno resistito al lancio dimostrativo di una palla di metallo) e a un design particolarmente spigoloso di impostazione futuristica che fa tanto Blade Runner, il pick-up elettrico di Tesla, il Cybertruck, sta incontrando il favore del pubblico.

Almeno stando a quanto emerge dall’andamento delle prenotazioni, il Cybertruck di Tesla si preannuncia un successo.

Prenotazioni Cybertruck spingono Tesla a Wall Street

Non a caso, le azioni della casa automobilistica, che all’indomani della presentazione flop sono arrivate a perdere oltre 6 punti percentuali, dopo il +2,2% di venerdì oggi guadagnano l’1,3% portandosi a 337,15 dollari.

Il saldo delle azioni Tesla negli ultimi tre mesi segna un balzo di 61 punti percentuali che portano il delta con sei mesi fa a un +78,5%.

Sulle azioni Tesla, il consenso Bloomberg registra 12 raccomandazioni di acquisti, 9 “neutral” e 16 “sell”. Il target price medio si attesta a 280 dollari.

Tesla Cybertruck: solo 100 dollari per preordinare

Per prenotare il nuovo Cybertruck occorre versare 100 dollari, quasi 91 euro, ed attendere pazientemente due anni prima della consegna.

In pochi giorni, come Elon Musk ha fatto sapere via Twitter, i preordini hanno toccato quota 200 mila unità facendo finire nelle casse della casa automobilistica 20 milioni di dollari.

Tra coloro i quali che hanno preordinato, ha precisato Musk, il 42% ha scelto il modello dual motor, il 41% il modello più costoso, quello con tre motori, e il 17% il single motor (commercializzato a partire da 39.900 dollari).

Leggi anche:
Tesla Cybertruck: prezzo, caratteristiche e disponibilità dell’auto del futuro

Tesla: Musk, preordini Cybertruck senza pubblicità

Il successo dei preordini del Cybertruck di Tesla, come ha rimarcato anche Musk, arriva senza nessuna pubblicità o spinta promozionale, fatta eccezione per la presentazione di giovedì scorso.

Nonostante il fatto che 100 dollari rappresentino una soglia decisamente bassa per preordinare (al momento, per preordinare il model Y, è necessario sborsare un deposito di 2.500 dollari e nel 2016 per il Model 3 ne servivano mille), va riconosciuto che la potenza di fuoco di Tesla e la fedeltà della sua base clienti lasciano ben sperare per i mesi a venire.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Tesla Motors

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \