Terra Luna: dalla Corea del Sud un mandato di arresto per il fondatore

Claudia Cervi

15/09/2022

15/09/2022 - 14:54

condividi

Epilogo scioccante per Terra Luna: Do Kwon è accusato di aver provocato il fallimento dell’ecosistema DeFi e bruciato 45 miliardi di dollari. Cosa succede al nuovo token LUNA di Terra2?

Terra Luna: dalla Corea del Sud un mandato di arresto per il fondatore

Terra Luna, il mandato d’arresto per il fondatore Do Kwon rischia di far collassare anche il nuovo token LUNA di Terra2, nato dalle ceneri della stablecoin algoritmica UST con un restart della «catena».

Una stablecoin algoritmica è un token il cui valore non è legato a contanti e altri asset detenuti in una riserva come nel caso di una stablecoin tradizionale, bensì è legato a un sistema che ne incentiva l’acquisto e la vendita quando ci si allontana dal peg. Per UST, Do Kwon aveva previsto un complesso mix di codice e di token Luna per stabilizzare il processo, ma quando questo legame (peg) è saltato, tutto il sistema è collassato.

Do Kwon, insieme ad altre cinque persone, è accusato di un buco da 45 miliardi di dollari e della violazione del Capital Markets Act, una legge che regola il mercato dei capitali e protegge gli investitori da pratiche illegali.

Terra Luna: il crollo e la rinascita del token LUNA

L’effetto domino provocato dal fallimento a maggio della stablecoin e del token LUNA si è propagato velocemente in tutto il comparto delle criptovalute, causando il fallimento di altre tre società valute virtuali, tra cui Three Arrows Capital, che ha lasciato miliardi di debiti verso i creditori. Anche le principali criptovalute come Bitcoin ed Ethereum hanno accusato il colpo.

«Io, e solo io, siamo responsabili di eventuali debolezze che avrebbero potuto essere presentate a un venditore allo scoperto per iniziare a trarre profitto», aveva detto Kwon durante un’intervista ad agosto, rassicurando gli investitori di collaborare con le autorità per ricostruire Terra.

Il fondatore di Terra, Do Kwon, ha fatto un tentativo di salvare il progetto lanciando a fine maggio una nuova blockchain denominata Terra2, che include anche una nuova iterazione del token LUNA, definito LUNA2, che non ha più legami con la stablecoin UST. Per differenziare il passaggio alla nuova blockchain, la vecchia rete è stata rinominata Terra Classic e il vecchio token LUNA ha cambiato nome in Luna Classic (LUNC).

Per favorire l’adesione al nuovo progetto, Do Kwon ha distribuito il 35% dell’airdrop di LUNA2 a chi aveva investito in LUNA o UST prima del crollo.

Un tentativo che le autorità sudcoreane non hanno però ritenuto sufficiente per far cadere le accuse di frode contro Do Kwon, sul quale spicca ora un mandato di arresto internazionale.

Terra Luna: quanto vale LUNA2?

Fin dalla sua comparsa a maggio, il valore di Luna2 è stato estremamente volatile, con i prezzi che da 2 dollari sono passati a 11 in pochi giorni, per poi assestarsi su un valore medio di 2,15 dollari. Con uno slancio improvviso LUNA2 è salito la scorsa settimana fino a 7 dollari, prima di precipitare nuovamente a 3 dollari dopo la notizia del mandato di arresto.
I guai legali di Kwon rischiano ora di far implodere anche il nuovo progetto.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.