Taglio delle tasse 2022: ecco i risparmi per ogni fascia di reddito

Rosaria Imparato

26/11/2021

26/11/2021 - 15:32

condividi

Quanto si risparmia col taglio delle tasse grazie alla nuova IRPEF a quattro aliquote? Vediamo esempi e calcoli per ogni fascia di reddito, e chi sono i contribuenti che risparmiano di più.

Taglio delle tasse 2022: ecco i risparmi per ogni fascia di reddito

La nuova IRPEF, basata su un sistema a quattro aliquote, darà il via al taglio delle tasse 2022, con notevoli vantaggi in termini di risparmio per tutte le fasce di reddito. Con la Legge di Bilancio 2022 sono stati stanziati 8 miliardi di euro, da investire appunto per la riduzione della pressione fiscale, ma senza entrare nel dettaglio su come fare.

Finalmente si è trovato l’accordo politico: l’aliquota del 41% viene cancellata, e si interviene sulle due intermedie, abbassandole di qualche punto percentuale. Col nuovo sistema di aliquote e scaglioni per ogni fascia di reddito è possibile simulare calcoli ed esempi per sapere quanto si risparmierà dal 2022.

Inoltre, in base alle dichiarazioni di Pichetto, il viceministro dello Sviluppo Economico, all’Ansa di ieri 25 novembre, il taglio dell’IRPEF è pensato in modo che diventi strutturale, quindi valido non solo per il 2022, ma che rimanga in pianta stabile.

Taglio delle tasse: cosa cambia con la nuova IRPEF e per quali redditi?

Tra aliquote e scaglioni è facile confondersi, quindi procediamo con ordine. Attualmente l’IRPEF si basa su 5 scaglioni:

SCAGLIONI IRPEF 2021 REDDITO ALIQUOTE IRPEF 2021
1° scaglione 0-15 mila euro 23%
2° scaglione 15.001 euro-28 mila euro 27%
3° scaglione 28.001 euro-55 mila euro 38%
4° scaglione 55.001 euro-75 mila euro 41%
5° scaglione oltre 75 mila euro 43%

L’accordo trovato sulla nuova IRPEF, invece, prevede un’imposta su 4 aliquote (e quindi 4 scaglioni):

SCAGLIONI IRPEF 2022REDDITOALIQUOTE IRPEF 2022
1° scaglione fino a 15mila euro 23%
2° scaglione da 15.000 a 28mila euro 25%
3° scaglione da 28.000 a 50mila euro 35%
4° scaglione oltre i 50mila euro 43%

Vediamo quindi che l’aliquota del 41% è stata cancellata, e si è intervenuto sulle due centrali, abbassandole dal 27 al 25% e dal 38 al 35%. In termini pratici, però, a quanto risparmio corrisponde sulle tasse da pagare?

La buona notizia è che il risparmio interessa tutte le fasce di reddito, con le dovute modulazioni. I cambiamenti minori riguardano la no tax area, che però risultano già escluse dal pagamento dell’IRPEF per effetto delle detrazioni applicate.

Quanto si risparmia con la nuova IRPEF? Fino a 700 euro all’anno per la fascia di reddito da 28mila euro

I redditi medio-alti, quindi quelli del terzo scaglione, sono quelli che beneficeranno di un vantaggio maggiore, almeno secondo i dati elaborati dal MEF e ripresi dal Sole 24 Ore.

Tra i 40 e 45mila euro di reddito lordo annuo il risparmio è del 7,5% per i dipendenti, del 3,9% per gli autonomi e del 4,2% per i pensionati.

Tra 35 e 40mila euro di reddito il risparmio è leggermente minore, è pari al 5,2% per i dipendenti, al 3,1% per gli autonomi, e al 3,5% per i pensionati.

Tra 45 e 50mila euro, il taglio dell’IRPEF si traduce in un risparmio del 5,5% per i lavoratori dipendenti, del 4,6% per i pensionati e del 4,3% per gli autonomi. Per i contribuenti del terzo scaglione il risparmio può superare i 700 euro all’anno.

Taglio delle tasse 2022: quanto risparmiano i redditi alti?

Il taglio dell’IRPEF ha delle ripercussioni positive anche sui redditi alti, quelli del quarto scaglione. Secondo le proiezioni, ci sarà un risparmio del:

  • 3,1% per i redditi tra i 60 e i 65mila euro;
  • 2,2% per i redditi tra 65 e 75mila euro;
  • 0,6% per i redditi superiori a 75mila euro.

Chi risparmia di più con l’IRPEF a quattro aliquote?

A risparmiare di più saranno i contribuenti del secondo e terzo scaglione: sono loro i protagonisti della riforma IRPEF. In particolare, ad avere i maggiori vantaggi sono i lavoratori dipendenti e i pensionati con redditi da 15 mila a 50mila euro, quindi compresi tra il secondo e terzo scaglione.

Per avere un quadro completo e definitivo si dovrebbero però aggiungere le detrazioni, rimodulate proprio per agevolare i redditi bassi, e non dimentichiamo che il bonus Irpef da 100 euro (ex bonus Renzi, che viene percepito per intero dai contribuenti con reddito fino a 28mila euro annui) verrà riassorbito.

La tabella di seguito, elaborata da Repubblica, semplifica calcoli e percentuali, e valuta l’IRPEF di base senza detrazioni e bonus Renzi:

RedditoIrpef attualeNuova IrpefRisparmiopercentuale
15mila 3.450 euro 3.450 euro 0 0
20mila 4.800 euro 4.700 euro 100 euro 2
25mila 6.150 euro 5.950 euro 200 euro 3,3
30mila 7.720 euro 7.400 euro 320 euro 4,2
35mila 9.620 euro 3.150 euro 470 euro 4,9
40mila 11.520 euro 10.900 euro 620 euro 5,4
45mila 13.420 euro 12.650 euro 720 euro 5,7
50mila 15.320 euro 14.400 euro 920 euro 6
55mila 17.220 euro 18.300 euro 970 euro 5
60mila 21.320 euro 20.850 euro 470 euro 2,2
70mila 23.370 euro 23.000 euro 370 euro 1,1
75mila 25.420 euro 25.515 euro 270 euro 1

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Tasse
# IRPEF

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO