Super cashback, chiusura il 30 giugno 2021. Ci vorrà tempo per la classifica definitiva

Anna Maria D’Andrea

25/06/2021

25/06/2021 - 17:15

condividi

Super cashback, il 30 giugno 2021 si chiuderà il primo semestre, ma per la classifica definitiva servirà tempo. Saranno cancellate le transazioni sospette, annuncia CONSAP.

Super cashback, chiusura il 30 giugno 2021. Ci vorrà tempo per la classifica definitiva

Super cashback, tra polemiche e strategie, si avvicina la fine del primo semestre: il 30 giugno 2021 si chiuderà la classifica dei primi 100.000 partecipanti per numero di transazioni.

I più avvezzi all’uso di carte e bancomat potranno portare a casa, accanto al cashback di 150 euro, un maxi premio pari a 1.500 euro. La classifica è costantemente aggiornata, ed è sull’App IO che è possibile monitorare l’andamento dell’operazione.

Se a metà del mese di maggio servivano 390 pagamenti per entrare in classifica, ad oggi 25 giugno 2021 sono 676 le transazioni effettuate da chi si colloca all’ultimo posto.

Insomma, un aumento considerevole in circa un mese, ed è anche su tali dati che continua ad essere alta l’attenzione del MEF.

Per stabilire i vincitori del maxi premio da 1.500 euro bisognerà attendere: CONSAP lavorerà per cancellare i pagamenti sospetti prima di stilare la classifica definitiva.

Super cashback, verso la chiusura della classifica: c’è tempo fino al 30 giugno 2021

Sui forum tematici dedicati al super cashback ci si confronta per trovare strategie vincenti e chi si colloca tra le ultime posizioni della classifica, spera di non essere superato all’ultimo.

In vista dell’avvicinarsi della scadenza del primo semestre del bonus bancomat, fissata al 30 giugno 2021, i giochi possono dirsi ormai conclusi, anche se è ancora possibile immaginare un aumento delle transazioni minime per entrare in classifica.

Attualmente servono poco meno di 680 pagamenti con carte e bancomat per aggiudicarsi il premio da 1.500 euro. La posizione di chi è al posto 100.000 della classifica è però quantomai incerta, tenuto conto della prevedibile corsa all’ultima transazione che segnerà la fase finale dell’operazione.

Bisogna però considerare una delle regole previste dal regolamento del cashback: se più partecipanti si collocano a pari merito nella graduatoria, avrà priorità chi per primo, in base alla marca temporale dell’ultima transazione, ha totalizzato il numero di transazioni utili per l’ingresso in graduatoria.

Super cashback, più tempo per la classifica definitiva. Possibili novità dopo il 30 giugno 2021

Il super cashback potrebbe riservare delle sorprese inattese. Dopo il primo taglio alle transazioni sospette, si preannunciano modifiche in vista della definizione della classifica dopo il 30 giugno 2021.

È stato il Dirigente responsabile dell’Unità di Business 3 della CONSAP ad annuciare che il lavoro per definire la classifica dei primi 100.000 contribuenti per numero di transazioni potrebbe durare alcuni giorni.

Ai microfoni di Radio24, il Dirigente Carlo D’Andrea non ha fatto mistero sull’intento di “tagliare fuori” dal maxi premio di 1.500 euro chi ha adottato comportamenti scorretti. Si lavorerà per apportare le giuste correzioni, considerando l’uso scorretto delle carte.

Si fa evidentemente riferimento al fenomeno dei pagamenti frazionati, le micro-transazioni da pochi centesimi segnalate in più circostanze soprattutto dai benzinai. Un fenomeno che riguarda però un numero ridotto di transazioni, pari allo 0,14% del totale, ma sul quale si sta concentrando l’attenzione della CONSAP.

Sarà fatta pulizia prima di stilare la classifica definitiva ed avviare i pagamenti. Un segnale chiaro, utile per far partire senza storture il secondo semestre del cashback e del super cashback, previsto dal 1° luglio al 31 dicembre 2021.

Argomenti

# MEF

Iscriviti a Money.it