Sul monopattino elettrico il casco è obbligatorio? Ecco in quale città

Isabella Policarpio

01/06/2021

01/06/2021 - 15:53

condividi

Secondo la legge il casco è obbligatorio alla guida del monopattino elettrico sotto i 18 anni. Ma le ordinanze locali possono estendere l’obbligo anche dopo la maggiore età. È quanto successo a Genova, prima città italiana a prevede questa regola.

Sul monopattino elettrico il casco è obbligatorio? Ecco in quale città

Sul monopattino elettrico serve il casco? E se sì, quando e per chi?
L’obbligo di indossare il casco alla guida del monopattino elettrico è fonte di molti dubbi poiché ogni città, con specifiche ordinanze ad hoc, può imporre regole più rigide di quelle nazionali.

Così da oggi chi circola sul monopattino elettrico nel Comune di Genova deve indossare il casco anche se maggiorenne. E chi non lo fa rischia la multa fino a 344 euro.

Si tratta della prima città che prevede l’obbligatorietà del casco per tutti, oltre che ad imporre dei limiti di velocità più severi (20 km/h sulla rete stradale e a 6 km/h nelle zone ztl e nelle aree pedonali).

Prima di Genova ci aveva provato il Comune di Firenze ad imporre il casco obbligatorio, tuttavia l’ordinanza in questione fu bocciata dal Tar Toscana.

Facciamo chiarezza su cosa prevede la legge per la guida e il noleggio dei monopattini elettrici, quando serve il casco e per chi non è obbligatorio.

Casco sul monopattino elettrico: quando e per chi è obbligatorio

Il decreto Milleproroghe ha equiparato i monopattini elettrici alle biciclette - e non ai ciclomotori - e stabilisce che il casco è obbligatorio per i minorenni. Per tutti gli altri è facoltativo. Tuttavia ai sindaci è lasciata la libertà di imporre misure più severe, proprio come è successo a Genova dove, dal 1° giugno 2021, tutti coloro che conducono il monopattino elettrico devono indossare il casco.

In tutte le altre città, fino ad ora, devono indossare il casco omologato ragazzi e ragazze dai 14 anni (età a partire dalla quale si può guidare il monopattino elettrico) fino al raggiungimento dei 18. Chi non lo indossa rischia sanzioni amministrative salate e, soprattutto, mette a rischio la propria salute, dato che gli incidenti sono all’ordine del giorno. Mentre i maggiorenni alla guida del monopattino senza casco non rischiano alcuna sanzione amministrativa.

Ricordiamo che per utilizzare il monopattino elettrico non servono né patente né patentino ma ci sono precisi limiti di velocità da rispettare, sia nei centri storici che sulle piste ciclabili. Maggiori dettagli nel nostro articolo di approfondimento sulle regole di circolazione della micro mobilità elettrica.

Casco obbligatorio per tutti: cosa prevede l’ordinanza di Genova

L’ordinanza adottata da Marco Bucci, primo cittadino di Genova, impone regole più rigide per regolare la mobilità elettrica e prevenire gli incidenti. Da martedì 1° giugno chiunque guidi un monopattino elettrico - in sharing o di proprietà - deve indossare il casco anche se maggiorenne e montare campanelli o segnalatori acustici analoghi a quelli delle biciclette.

Vigono, inoltre, limiti di velocità più severi rispetto alla normativa nazionale: 20 km/h sulle strade e 6 km/h nelle zone ztl e nelle aree pedonali.

Nel commentare le ragioni dell’ordinanza, l’assessore ai trasporti Matteo Campora ha dichiarato:

«L’amministrazione comunale predilige ed incentiva la mobilità sostenibile e considera la sicurezza stradale fra le sue priorità. Nell’ambito degli spostamenti in città l’utilizzo del monopattino elettrico è in crescente aumento e l’ordinanza ha lo scopo di tutelare i pedoni e gli stessi conducenti attraverso regole essenziali.»

A Genova chi conduce il monopattino elettrico senza casco e non rispetta i limiti di velocità imposti rischia la multa da 87 ai 344 euro.

Iscriviti a Money.it