Studenti universitari: niente tasse, viaggi e ingressi ai musei gratuiti

Università: dopo la no tax area ecco la possibilità di viaggiare gratis in un mese dell’anno riconosciuta dal Decreto Rilancio.

Studenti universitari: niente tasse, viaggi e ingressi ai musei gratuiti

Studenti universitari, importanti novità: dopo la pubblicazione del decreto che estende la no tax area a coloro che appartengono ad un nucleo familiare il cui indicatore ISEE è inferiore ai 20.000,00€, ecco che tra gli emendamenti al Decreto Rilancio ne spunta uno che dà agli studenti universitari la possibilità di viaggiare e visitare dei musei gratuitamente in un particolare mese dell’anno.

Una novità interessante introdotta per promuovere e incentivare il settore turistico mediante il settore culturale e didattico-museale. A tal proposito con il Decreto Rilancio - attualmente in fase di conversione in Parlamento - viene stanziato un fondo da 10 milioni di euro per l’attuazione di questa misura, per la quale non sono ancora noti i dettagli.

Si aggiunge comunque ad un periodo abbastanza positivo per gli universitari che - nell’attesa che gli atenei possano riaprire - possono consolarsi con viaggi gratuiti e con l’iscrizione a basso costo per il prossimo anno accademico.

Viaggi gratis per gli universitari nel Dl Rilancio

In Commissione Rilancio via libera all’emendamento presentato dalla Lega con l’obiettivo di rilanciare il settore turistico messo a dura prova dal lockdown di questi mesi.

Nel dettaglio, dopo il bonus vacanze si è deciso di puntare sugli studenti universitari ai quali viene data la possibilità di viaggiare gratuitamente per visitare le bellezze delle grandi città italiane. A questi, infatti, verrà data la possibilità di scegliere il mese che preferiscono per spostarsi gratis in treno, e per visitare - sempre gratis - i musei dello Stato. L’unico costo da sostenere, quindi, sarebbe quello per il vitto e l’alloggio.

Non sono chiare le modalità con cui gli studenti dovranno effettuare questa scelta; d’altronde l’emendamento deve essere ancora approvato in via definitiva e per maggiori dettagli dovremo attendere le prossime settimane.

Università gratis per gli studenti universitari: estesa la no tax area

È ufficiale, invece, l’estensione della no tax area per gli studenti che appartengono ad un nucleo familiare il cui indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non è superiore ai 20.000 euro. Viene estesa, quindi, la no tax area a partire dall’a.a. 2020-2021 come disposto dal decreto 234 del 26 giugno 2020; una novità importante specialmente in questo periodo di crisi economica quando molti studenti potrebbero rinunciare ad iscriversi all’Università proprio per la difficoltà di affrontarne i costi.

Riduzioni delle tasse universitarie ci saranno anche per coloro che superano i 20.000€ di ISEE ma sono comunque sotto i 30.000€; per questi, infatti, spetta una riduzione perrcentuale variabile a seconda del valore dell’ISEE.

Nel dettaglio:

  • per chi ha un ISEE compreso tra i 20.000€ e i 22.000€ (compresi) spetta una riduzione dell’80% delle tasse universitarie;
  • per chi ha un ISEE compreso tra i 22.000€ e i 24.000€ (compresi) spetta una riduzione del 50% delle tasse universitarie;
  • per chi ha un ISEE compreso tra i 24.000€ e i 26.000€ (compresi) spetta una riduzione del 30% delle tasse universitarie;
  • per chi ha un ISEE compreso tra i 26.000€ e i 28.000€ (compresi) spetta una riduzione del 20% delle tasse universitarie;
  • per chi ha un ISEE compreso tra i 28.000€ e i 30.000€ (compresi) la riduzione è del 10%.

Queste le soglie entro le quali si può beneficiare di un taglio delle tasse universitarie; resta comunque salva la possibilità di decidere autonomamente altre categorie di studenti per i quali si applica l’esonero delle tasse.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories