Stop mascherina in classe, ma non per tutti: cosa cambia dal 1° maggio

Alessandro Nuzzo

29 Aprile 2022 - 19:11

condividi

Non tutti potranno dire addio alla mascherina in classe dal 1° maggio. L’ordinanza lo prevede solo per una specifica circostanza. Vediamo quale.

Stop mascherina in classe, ma non per tutti: cosa cambia dal 1° maggio

A partire dal 1° maggio l’Italia entrerà in una nuova fase di convivenza con il virus. Con l’ordinanza firmata il 28 aprile dal ministro della Salute Roberto Speranza si è voluto dare maggiori responsabilità ai comportamenti dei cittadini dopo 2 anni di pandemia basata su limitazioni e obblighi.

La mascherina non sarà più obbligatoria ma soltanto raccomandata per la maggior parte delle circostanze di vita quotidiana. È rimasto però fuori dall’ordinanza il comparto scolastico dove le mascherine continueranno ad essere obbligatorie anche dopo il 1° maggio, tranne per una determinata classe d’età dove non sarà più previsto l’obbligo. Vediamo quale.

Mascherina ancora obbligatoria nelle scuole fino a fine anno scolastico

Nella nuova ordinanza del ministro Speranza non si fa specifica menzione alla scuola e agli studenti, pertanto l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione per studenti e personale perdurerà fino alla fine dell’anno scolastico che chiuderà il 31 agosto. Anche gli esami di stato saranno effettuati con il dispositivo di protezione indossato.

C’è soltanto una specifica fascia d’età che da lunedì prossimo potrà dire addio alla mascherina in classe. Stiamo parlando dei bambini che hanno già compiuto 6 anni e che frequentano la scuola materna.

Si tratta di un passo indietro dopo la circolare del ministero dell’Istruzione, firmata da Patrizio Bianchi ad inizio aprile, che sanciva l’obbligo di indossare la mascherina ai bambini che avevano compiuto 6 anni e che frequentavano la scuola materna.

Nella circolare si leggeva che in caso di assenza o fino a 3 casi di positività, i bambini potevano indossare anche la mascherina chirurgica. Qualora i contagiati in classe superavano i 4 i bambini dovevano indossare la mascherina Ffp2.

La circolare del ministro Bianchi aveva scatenato non poche polemiche visto che creava una sorta di discriminazione tra chi doveva indossare la mascherina e chi di età inferiore ai 6 anni non farlo.

Ogni polemica è stata placata con la nuova ordinanza che elimina l’obbligo e riporta tutti i bambini sullo stesso piano.

Sul motivo per cui nelle scuole la mascherina andrà ancora indossata almeno fino a fine anno scolastico, il ministro dell’istruzione Bianchi ha parlato di una scelta prudente.

"Noi in questi anni abbiamo fatto delle scelte di fondo e abbiamo scelto dal settembre dello scorso anno di mandare tutti i ragazzi a scuola e bene abbiamo fatto. Ma siamo cauti e siamo assolutamente prudenti” - ha detto.

Bianchi ha comunque specificato che ogni decisione in merito alla gestione dell’epidemia è presa dal ministero della Salute. Il comparto scolastico solo dopo può discutere e dare una propria opinione.

Resta l’obbligo vaccinale per il personale scolastico

Il personale scolastico avrà l’obbligo di vaccinazione ancora fino al 15 giugno secondo quanto stabilito dall’art. 4-ter.1 del decreto. Per personale scolastico sono compresi quelli appartenenti al sistema nazionale di istruzione, le scuole non paritarie, i servizi educativi per l’infanzia, i centri provinciali per l’istruzione degli adulti, i sistemi regionali di istruzione e formazione professionale e i sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO