Sterlina inglese avanza, mentre Johnson è in terapia intensiva. Che succede?

La sterlina inglese avanza vistosamente nonostante il peggioramento delle condizioni di Boris Johnson, portato in terapia intensiva. Che sta succedendo?

Sterlina inglese avanza, mentre Johnson è in terapia intensiva. Che succede?

La sterlina inglese sta continuando a guadagnare terreno dopo le performance positive già registrate nella giornata di ieri.

Tutto è accaduto mentre il primo ministro britannico, Boris Johnson è stato portato in ospedale visto il perdurare dei sintomi da coronavirus.

La situazione, inizialmente sotto controllo, è poi peggiorata, e l’uomo è stato trasportato in terapia intensiva. La sterlina inglese però ha continuato a scambiare in rialzo contro il dollaro statunitense ed è arrivata a guadagnare quasi un intero punto percentuale.

Sterlina inglese avanza con Johnson in ospedale. Che succede?

Qualche settimana fa, più precisamente il 27 marzo scorso, il primo ministro britannico ha confermato al mondo intero di aver contratto il coronavirus.

Vista la lieve entità dei sintomi, però, il numero uno dell’esecutivo britannico ha continuato a lavorare da casa ed è stato dunque posto in isolamento domiciliare. La sterlina inglese ha guardato con crescente interesse la questione.

Con il passare dei giorni, tuttavia, né la febbre alta né la tosse hanno abbandonato Johnson che è stato dunque ammesso in ospedale per effettuare ulteriori esami sul suo stato di salute. Una procedura definita standard.

L’interesse del mondo intero è tornato a posarsi sul Regno Unito, mentre nella mattinata di ieri sono state confermate le buone condizioni di salute dell’uomo. Le iniziali rassicurazioni giunte da Londra hanno permesso al pound di continuare a guadagnare terreno contro il biglietto verde.

Come anticipato, però, la situazione è peggiorata e il primo ministro è stato trasportato in terapia intensiva. Il cambio sterlina-dollaro ha tuttavia continuato a scambiare in rialzo approfittando della debolezza del biglietto verde.

Sui mercati oggi è infatti tornato quel sentiment di propensione al rischio che nelle ultime settimane aveva abbandonato la scena. Gli investitori si sono gettati nuovamente sull’azionario e hanno scaricato USD. Il tutto sullo sfondo di un rinnovato ottimismo riguardante la frenata della pandemia.

Le notizie sulla terapia intensiva di Boris Johnson, insomma, non hanno scalfito il pound. Al momento in cui si scrive, la sterlina inglese sta salendo dello 0,8% su quota 1,233 contro il dollaro USA.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Sterlina (GBP)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.