Spese militari 2019: la classifica degli Stati che spendono di più

Classifica Sipri 2019: ecco quali sono gli Stati che nell’ultimo anno hanno destinato maggiori risorse alla difesa. Stati Uniti e Cina in vetta, l’Italia sale la classifica ma non per meriti propri.

Spese militari 2019: la classifica degli Stati che spendono di più

Classifica spese militari: l’Italia sale di due posizioni (pur riducendo la spesa), Stati Uniti e Cina restano ai vertici della classifica.

Il Sipri (Stockholm International Peace Research Institute) ha pubblicato il report annuale - riferito al 2018 - con il quale ha analizzato quanto ogni singolo Stato spende per il proprio comparto militare.

Nel complesso il Sipri ha rilevato un nuovo aumento della spesa militare, con un incremento del +2,6% rispetto all’anno precedente. Nel dettaglio, nel 2018 alla difesa sono stati destinati 1.822 miliardi di dollari, con un trend di crescita simile a quello a cui si è assistito negli anni della Guerra Fredda.

Anche l’Italia partecipa a questo aumento della spesa militare: il nostro Paese, infatti, ha fatto un balzo in avanti di due posizioni portandosi all’11° posto nella classifica degli Stati che spendono di più in armamenti e per tutto ciò che ha a che fare con il comparto militare.

Come ci ricorda il SIPRI, infatti, con il termine “spesa militare” si fa riferimento a tutte quelle spese governative riguardanti forze e attività militari, come l’acquisto di armi e attrezzature ma anche le risorse destinate alla ricerca e allo sviluppo, ma anche quelle per salari e sussidi destinati al personale impiegato tra le fila delle Forze Armate.

Fatta chiarezza su quali sono gli elementi presi in considerazione per stilare la classifica dei Paesi che hanno una spesa militare più elevata possiamo analizzarla nel dettaglio così da capire chi ricopre le prime posizioni e qual è il trend di crescita degli ultimi anni.

La classifica dei Paesi con la spesa militare più alta (SIPRI)

Come anticipato, nel 2018 sono stati spesi 1.822 miliardi di dollari per la Difesa. A primeggiare nella classifica del 2018 - con le prime posizioni che sono rimaste invariate rispetto agli ultimi anni - sono Stati Uniti e Cina, con quest’ultima che negli ultimi dieci anni ha segnato una crescita dell’83% della spesa militare.

Nonostante questa crescita, sono ancora gli Stati Uniti a ricoprire la 1ᵃ posizione della classifica con un monte spesa nel 2018 pari a 649 miliardi di dollari, il 36% della spesa globale. Rispetto al 2017 si segnala una crescita di quasi 40 miliardi di dollari, merito però della spinta impressa da Donald Trump al budget nazionale: nonostante si spenda di più, infatti, il rapporto tra spesa militare e PIL è sceso dal 3,5% al 3,2%.

Dietro gli Stati Uniti troviamo appunto la Cina, passata da 228 miliardi del 2017 a 250 miliardi di dollari. Siamo ancora molto lontani dagli Stati Uniti, nonostante la Cina sia - insieme alla Turchia (+65%) - il Paese ad aver incrementato maggiormente la spesa per la difesa nell’ultimo decennio (+83%).

Così come USA e Cina anche l’Arabia Saudita ha aumentato la propria spesa militare, arrivando a 68 miliardi di dollari che, pensate, equivale all’8,8% del loro PIL.

Subito giù dal podio troviamo l’India (66,5 miliardi di dollari, 2,4% del PIL) seguita dal primo Paese europeo, la Francia, che si posiziona in quinta posizione subito prima della Russia, scesa dal 4° al 6° posto. Per la Francia il Sipri ha rilevato una crescita di 6 miliardi per il 2018, con la spesa militare che ha toccato i 63,8 miliardi di dollari (2,4% del PIL).

Come anticipato al 6° posto troviamo la Russia (61,4 miliardi, 4% del PIL) che continua nella sua inesorabile discesa: solo nel 2016, infatti, questa era in 3^ posizione, per poi scendere fino alla 6ᵃ nel giro di due anni.

Completano la top ten dei Paesi che spendono di più per la difesa il Regno Unito, (50 miliardi di dollari, 1,8% del PIL), la Germania (49,5 miliardi, 1,2% del PIL), il Giappone (46,6 miliardi, 2,3% del PIL) e la Corea del Sud che mantiene la 10ᵃ posizione con un monte spesa di 43,1 miliardi di dollari (2,6% del PIL)

Classifica dei Paesi con la spesa militare più alta: Italia 11ᵃ

Nonostante negli ultimi 10 anni l’Italia abbia segnato un trend negativo del 14% della spesa militare, nel 2018 è riuscita comunque a scalare due posizioni della classifica arrivando all’11° posto. Eppure rispetto al 2017 l’Italia ha diminuito di 1,2 miliardi la spesa militare, passando da 29 a 27,8 miliardi di dollari (1,3% del PIL).

L’Italia quindi sale per demeriti altrui, visto il calo considerevole di Brasile e Australia che nel 2017 precedevano l’Italia in classifica, come potete vedere dalla tabella successiva (realizzata con i dati SIPRI).

CLASSIFICA 2018 POSIZIONE CLASSIFICA 2017 SPESA MILITARE 2018 (miliardi di $) RAPPORTO PIL (%) VARIAZIONE RISPETTO AL 2009 (%)
- Stati Uniti 649 3,2 -17
- Cina 250 1,9 +83
- Arabia Saudita 67,6 8,8 +28
- India 66,5 2,4 +29
- Francia 63,8 2,3 +1,6
- Russia 61,4 3,9 +27
Regno Unito 50,0 1,8 -17
- Germania 49,5 1,2 +9,0
- Giappone 46,6 0,9 +2,3
10° - Corea del Sud 10° 43,1 2,6 +28
11° - Italia 13° 27,8 1,3 -14
12° - Brasile 11° 27,8 1,5 +17
13° - Australia 12° 26,7 1,5 +21
14° - Canada 14° 21,6 1,3 +12
15° Turchia 15° 19,0 2,5 +65
Report SIPRI 2018
Clicca qui per scaricare il report SIPRI del 2018 e approfondire i dati sulla spesa militare sostenuta dai singoli Paesi.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Forze Armate

Argomenti:

Italia Forze Armate

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.