Coprifuoco, anche per Speranza è arrivato il momento di cambiarlo

Mario D’Angelo

16/05/2021

17/05/2021 - 13:20

condividi

Il Ministro della Salute afferma che con i dati in miglioramento è possibile modificare il coprifuoco. Slittamento alle 23 o alle 24 vicino?

Coprifuoco, anche per Speranza è arrivato il momento di cambiarlo

Aumenta il pressing sul Governo per posticipare o annullare il coprifuoco. E con il passare dei giorni si susseguono gli interventi da parte di esponenti dell’esecutivo sulla più criticata misura anti-Covid attualmente in vigore. L’ultimo in ordine di tempo è quello del ministro della Salute Roberto Speranza, che ha parlato chiaramente della possibilità di “superare il coprifuoco”.

Speranza sul coprifuoco: possibile superarlo

Possiamo proseguire con ragionata fiducia verso le graduali riaperture, mantenendo la necessaria prudenza. Con dati in miglioramento possiamo allentare e poi superare il coprifuoco”, ha detto il ministro della Salute intervenendo agli Internazionali di Tennis a Roma.

Speranza ha aggiunto che se oggi possiamo parlare di progressivo ritorno alla normalità è “grazie alle misure adottate in questi mesi, ai comportamenti corretti della stragrande maggioranza delle persone e alla campagna di vaccinazione”. Per Speranza quest’ultima è “la leva fondamentale per aprire una nuova stagione nel Paese”.

Il ministro in quota LeU ha detto che da qui in avanti il percorso sarà di riapertura delle varie attività, non ci saranno ulteriori restrizioni.

Quando e come verrà modificato il coprifuoco?

Se ormai viene dato per scontato che con il miglioramento della situazione pandemica anche il coprifuoco prima o poi verrà posticipato o del tutto abolito, rimane la questione su quando ciò effettivamente avverrà.

Le ipotesi più accreditate prevedono un ormai probabile slittamento nel breve termine - forse già dalla prossima settimana - del coprifuoco alle 23 o alle 24. Meno certa è l’abolizione totale della misura, che in ogni caso non dovrebbe avvenire prima della fine del mese.

Certo è che la prima metà di maggio è passata e la tanto annunciata revisione del coprifuoco non è arrivata. Settimane fa, infatti, Matteo Salvini aveva detto che già il 15 di questo mese avrebbe portato un cambiamento su questo fronte. I dati, probabilmente, non sono ancora abbastanza buoni.

Se ci sarà una modifica al coprifuoco la prossima settimana, è improbabile un’ulteriore revisione prima dell’inizio di giugno.

Sileri, possiamo tirare un sospiro di sollievo

Per il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto a Domenica In, se non abbiamo superato il coprifuoco di certo stiamo già “superando il virus”. “Finalmente possiamo tirare un sospiro di sollievo”, ha concluso il politico pentastellato.

La scorsa settimana, Sileri ha precisato che la modifica al coprifuoco dovrà comunque partire da una base scientifica.

Iscriviti a Money.it