Sondaggi politici, arriva il sorpasso Pd: con il campo largo Letta davanti a Meloni

Stefano Rizzuti

6 Agosto 2022 - 11:37

condividi

Il Pd è il primo partito nel sondaggio di Bidimedia in vista delle elezioni politiche: per Enrico Letta arriva il sorpasso ai danni di Giorgia Meloni, ma per il centrosinistra non basta.

Sondaggi politici, arriva il sorpasso Pd: con il campo largo Letta davanti a Meloni

Il Pd è il primo partito, ma alle elezioni politiche del 25 settembre non basterà: il centrodestra resta la coalizione da battere, con un netto vantaggio sull’alleanza di centrosinistra. L’ultimo sondaggio di Bidimedia evidenzia il vantaggio della coalizione guidata da Giorgia Meloni, nonostante un riavvicinamento del campo largo che Enrico Letta sta cercando di costruire.

Resta aperta però la sfida per il ruolo di primo partito: la rilevazione mostra come i dem abbiano sorpassato negli ultimi giorni Fratelli d’Italia, diventando così - almeno stando a questo sondaggio - la prima lista in Italia.

Il sondaggio Bidimedia mostra come l’accordo tra il segretario del Pd, Enrico Letta, e il leader di Azione, Carlo Calenda, possa cambiare un po’ le carte in tavola: dopo l’intesa si registra una netta crescita del centrosinistra, anche se la rimonta è ancora davvero complicata, considerando anche la difficoltà nel trovare un’intesa con Si e Verdi.

Sondaggi, il Pd scavalca Fdi

La lotta per il primo posto sembra ormai ristretta a due soli partiti: la sfida è tra Partito Democratico e Fratelli d’Italia. Dopo la crisi di governo e le dimissioni del presidente del Consiglio, Mario Draghi, i consensi del partito di Enrico Letta sono cresciuti di quasi due punti e mezzo percentuali, arrivando al 24,5%. Sale anche Fdi, con l’1,6% in più e il 24,3% dei voti. Ora, quindi, leggermente dietro rispetto ai dem.

Lega, M5s e Fi crollano nei sondaggi

La crisi di governo non ha fatto altrettanto bene agli altri partiti. A partire dalla Lega, che con il 13,6% tocca il suo nuovo peggior risultato nei sondaggi Bidimedia in questa legislatura (-1,4%). Male anche il Movimento 5 Stelle che scende al di sotto del 10%: perdendo lo 0,7% si ferma al 9,7%.

Non sorride neppure Forza Italia: dopo le fuoriuscite dei ministri Brunetta, Carfagna e Gelmini il partito di Silvio Berlusconi perde quasi un punto percentuale e non va oltre il 6,4%. Tornando al campo largo, sembra giovare dell’accordo con Letta Azione/+Europa, che guadagna un punto e mezzo e ottiene il suo record al 6%.

Stabile l’alleanza tra Sinistra italiana e Verdi, al 4,1%. Nessun’altra lista, al momento, sarebbe in grado di superare la soglia di sbarramento al 3%: troviamo Italexit al 2,3%, Italia Viva solamente al 2% e Impegno Civico di Luigi Di Maio all’1%.

Sondaggi elettorali, centrodestra avanti

Per quanto riguarda le coalizioni, invece, la distanza si riduce al di sotto dei 10 punti. Un gap notevole, ma per alcuni non incolmabile. Il centrodestra ora si attesta al 44,2%, contro il 35,6% del campo largo di centrosinistra.

Al di sotto del 10% troviamo il Movimento 5 Stelle, mentre Italia Viva al momento non riuscirebbe a superare la soglia di sbarramento. La partita, comunque, è ancora aperta considerando che ben il 26% dell’elettorato dice di essere ancora indeciso.

Iscriviti a Money.it