Si può dormire in spiaggia o scatta la multa?

Isabella Policarpio

15 Luglio 2021 - 11:37

condividi

Dormire in spiaggia di notte è illegale? Quali sono i rischi per chi si accampa in tenda? Ecco quando scatta la multa.

Si può dormire in spiaggia o scatta la multa?

Chi non è mai stato tentato di dormire in spiaggia sotto le stelle, magari insieme al proprio fidanzato/a? Eppure questa pratica, anche se molto comune, è vietata dalla legge.

Non si può dormire in spiaggia di notte e non si possono nemmeno organizzare feste e falò in riva al mare.

Per i trasgressori la multa può essere salata: alcune Regioni particolarmente severe (in primis la Sardegna) prevedono sanzioni che toccano i 500 euro (con conseguenze ben più gravi per chi abbandona bottiglie di vetro e materiale pericoloso).

Ecco cosa prevede la legge.

Si può dormire in spiaggia di notte (con e senza tenda)?

La risposta è no, non si può in nessun caso trascorrere la notte sulle spiagge italiane. Questa pratica è vietata in qualsiasi forma: con sacchi a pelo, tende o avvolti in una semplice coperta.

Dormire in spiaggia, infatti, non è un’azione innocua come sembra. Può rivelarsi pericolosa per la sicurezza pubblica oltre che compromettere la pulizia della spiaggia e, più in generale, il decoro urbano dato che spesso chi si accampa (anche solo per una notte) organizza grigliate, falò e feste, lasciando mozziconi di sigarette e bottiglie sul bagnasciuga che, oltre ad inquinare, costituiscono un pericolo per i bagnanti.

La multa

Dalla Toscana, alla Sardegna alla Liguria, in nessuna spiaggia italiana è permesso dormire e accamparsi con la tenda. Chi viene “beccato” dalle Forze dell’ordine rischia sanzioni pecuniarie elevate: la multa, infatti, può arrivare fino a 500 euro e può salire fino a 3.000 euro se i “campeggiatori” accendono pericolosi falò.

Per questo le spiagge italiane sono costantemente pattugliate dai carabinieri, dai vigili urbani, dalla polizia e dalla guardia costiera, che hanno il potere di comminare le sanzioni ai trasgressori.

Perché non si può stare in spiaggia di notte?

A questo punto in molti si chiederanno come mai dormire in spiaggia sia illegale. La risposta risiede nel fatto che sia le spiagge libere che gli stabilimenti balneari appartengono al demanio pubblico dello Stato, allo stesso modo di strade, parchi, musei e biblioteche. Per questo la legge considera “occupazione abusiva del suolo pubblico” ogni tipo di accampamento non autorizzato in questi luoghi.

La definizione di “demanio pubblico”, a cui appartengono la spiaggia e il mare, è spiegata all’articolo 822 del nostro Codice civile:

“Appartengono allo Stato e fanno parte del demanio pubblico il lido del mare, la spiaggia, le rade e i porti; i fiumi, i torrenti, i laghi e le altre acque definite pubbliche dalle leggi in materia; le opere destinate alla difesa nazionale.”

Argomenti

# Reato

Iscriviti a Money.it