Sciopero trasporti Roma martedì 8 marzo 2022, a rischio bus e metro: orari, chiusure e fasce di garanzia

Stefano Rizzuti

4 Marzo 2022 - 15:25

condividi

Martedì 8 marzo rischio di chiusura per le stazioni della metropolitana di Roma e di cancellazione per autobus e tram: vediamo tutti i dettagli dello sciopero, dagli orari alle fasce di garanzia.

Sciopero trasporti Roma martedì 8 marzo 2022, a rischio bus e metro: orari, chiusure e fasce di garanzia

Sciopero dei trasporti a Roma martedì 8 marzo 2022. Rischia di fermarsi il trasporto pubblico romano con disagi per chi utilizza bus, metropolitane, tram e treni regionali. I sindacati Cobas, Cub e Usb hanno convocato uno sciopero generale di 24 ore.

L’agitazione riguarderà l’intera rete Atac (bus, tram metropolitane, ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Nord), ma anche le linee bus gestite dalla Roma Tpl e quelle Cotral. Il servizio non sarà garantito tra le 8.30 e le 17 e dopo le 20, ma restano le consuete fasce di garanzia in mattinata e nel pomeriggio.

Possibili ripercussioni anche sulle attività al pubblico di Roma Servizi per la mobilità. Andiamo a vedere tutti i dettagli dello sciopero, gli orari, le modalità, l’adesione in passato di proteste simili e le fasce di garanzia.

Sciopero trasporti 8 marzo, le fasce di garanzia

Anche per lo sciopero di martedì 8 marzo a Roma restano, come di consueto, le fasce di garanzia. Il servizio sarà assicurato dall’inizio del servizio diurno e fino alle 8.30 e poi dalle 17 alle 20. Il rischio di chiusura riguarda l’intera rete Atac e l’intera rete Roma Tpl. Inoltre per Atac lo sciopero riguarda anche i collegamenti in regime di subaffidamento.

Lo sciopero nella notte tra il 7 e l’8 marzo

Nella notte tra il 7 e l’8 marzo non sarà garantito il servizio delle linee bus notturne (le N). Al contrario saranno assicurate le linee diurne anche per le corse oltre le 24: garanzia che riguarda le linee 38-44-61-86-170-246-301-451-664-881-916-980 e le linee 314-404-444 della società RomaTpl.

Disagi e chiusure l’8 marzo a Roma

Il servizio di bus, metro e tram sarà garantito fino alle 8.30. Possibili disagi, chiusure della metro e cancellazione di bus e tram dalle 8.30 alle 17. Il servizio riprende nella fascia di garanzia dalle 17 alle 20 per poi essere nuovamente interrotto fino a fine servizio.

Non verranno poi garantite le linee diurne che hanno corse programmate oltre le ore 24 e le corse notturne delle linee 38-44-61-86-170-246-301-451-664-881-916-980 e delle linee 314-404-444 della società RomaTpl.

Sciopero trasporti Roma, metro e biglietterie chiuse

Le stazioni della metropolitana potrebbero chiudere a causa dello sciopero. Quelle che dovessero restare aperte, invece, non garantiranno il servizio di scale mobili e ascensori. Non sarà garantito neanche il servizio delle biglietterie mentre i parcheggi d’interscambio resteranno aperti. Sempre funzionante il servizio di biglietteria online.

I motivi dello sciopero e l’adesione alle proteste precedenti

Lo sciopero è stato indetto in occasione della festa della donna: una mobilitazione convocata contro lo sfruttamento del lavoro femminile, la violenza sulle donne, le discriminazioni e le violenze di genere. Il precedente sciopero Cub-Cobas dell’8 marzo 2021, un anno fa, ha visto un’adesione al 26,8% dell’esercizio di superficie e dell’8,7% per metropolitane e ferrovie regionali.

Argomenti

# Roma

Iscriviti a Money.it